Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

M.O.: Monastero perde contro Muro

Edizione del: 5 maggio 2013

Contro il Muro che Israele continua a costruire in Cisgiordania si è dovuto arrendere anche un Monastero Cattolico.

I Monaci Salesiani della Cremisan Valley appena fuori Betlemme, rappresentati dal centro per i diritti umani St. Yves, hanno perso una battaglia legale durata 7 anni contro l’estensione del Muro che circonderà Monastero e Convento su tre lati e lo separerà dalla maggior parte del suo terreno.

E’ stata una Corte d’Appello israeliana ad approvare il prolungamento del Muro che non consentirà più la coltivazione di vigneti e uliveti sulle terrazze della collina sotto l’occhio dei vicini coloni.

Secondo Anica Heinlein, del S. Yves, “il piano viola la Legge Internazionale e le Convenzioni che proteggono le Minoranze Religiose, il Diritto all’Istruzione, nel Convento del Monastero studiano 400 bambini palestinesi, e la libertà di religione”.

Israele ha intrapreso la costruzione della “Barriera di separazione” costituita da pannelli di cemento, filo spinato e barriere metalliche nel 2002 dopo una lunga serie di attentati suicidi palestinesi.

Secondo le Autorità il Muro protegge gli israeliani dagli attacchi dei militanti.

Costruito in gran parte all’interno dei Territori occupati e non sulla “Linea Verde” che costituiva il confine prima della guerra del ‘67, il Muro è considerato illegale dalla Corte Internazionale di Giustizia dell’Onu.

Sono 50.000, compresi 17.000 Cattolici, i Cristiani palestinesi che vivono tra 4 milioni di Musulmani in Cisgiordania e a Gaza e che, a causa dei checkpoint israeliani e del Muro, rimangono separati tra loro e tagliati fuori dai luoghi Santi di Gerusalemme.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login