Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Libro:Le chiavi del pensiero Papa

Edizione del: 26 luglio 2013

Il 13 marzo 2013, quando il nuovo Papa, con il sorprendente nome di Francesco, si affacciò alla Loggia della Basilica di San Pietro e chiese ai romani e al mondo una preghiera silenziosa per il suo Predecessore e poi per sé, fu subito chiaro il nuovo stile del 265 Successore di San Pietro: uno stile che fin dalle primissime settimane del Pontificato ha fatto breccia nel cuore non solo dei Cattolici.

Ma chi era il Cardinale Gesuita Jorge Mario Bergoglio, e chi è Papa Francesco?

Alla domanda risponde il libro “Con Papa Francesco”, ed. Ares, di Mariano Fazio, sacerdote, in passato Rettore della Pontificia Università della Santa Croce, ora Vicario dell’Opus Dei per l’Argentina.

Il libro ha la peculiarità di presentare “le chiavi del pensiero” del Pontefice, attraverso il riferimento ai testi, “nutrito” della frequentazione personale dell’autore con il Cardinale Arcivescovo di Buenos Aires.

L’analisi dei capisaldi della spiritualità del nuovo Papa – la centralità dell’unione con Cristo e il primato della preghiera, la missionarietà di ogni Cristiano, chiamato a uscire verso le periferie esistenziali; l’affidamento costante alla misericordia di Dio; il valore delle devozioni; l’inesausta passione per il dialogo che cerca convergenze – s’intrecciano al racconto, ricco di aneddoti.

Tra gli aspetti intimi contenuti nel volume di don Mariano Fazio, uno rivela tutta l’attenzione e la confidenza che Bergoglio mette in ogni lettera all’amico.

Scrive l’autore: “Conservo tre lettere che mi scrisse negli ultimi anni. Ogni volta che gli inviavo qualcosa, mi rispondeva per iscritto con lettera autografa. Il formato era sempre lo stesso: un biglietto con l’immagine della Vergine che scioglie i nodi, devozione nata ad Augusta, che il Cardinale aveva diffuso a Buenos Aires e che ora è meta di continui Pellegrinaggi al Santuario a lei dedicato. Sulla parte bianca, con calligrafia minuta, molto simile a quella di Benedetto XVI, alcune righe personali e affettuosissime”.

Trascrivo gli ultimi paragrafi: “Ti auguro un Santo e felice tempo di Natale. Gesù ti benedica e la Vergine Santa si prenda cura di te. E per favore ti chiedo di pregare e far pregare per me”; “Ti chiedo, per favore, di pregare per me. Gesù ti benedica e la Vergine Santa si prenda cura di te. Fraternamente”.

Dopo viene la firma, con una grafia ancora più piccola.

You must be logged in to post a comment Login