Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Libri: La medaglia miracolosa. Il segno della Misericordia a rue du Bac

Edizione del: 5 ottobre 2015

la medaglia miracolosaNel libro “La medaglia miracolosa. Il segno della Misericordia a rue du Bac”, Jean Guitton traccia dapprima la storia delle apparizioni e l’avventura spirituale di Santa Caterina Labouré, giovane contadina e inserviente d’osteria divenuta figlia della Carità; successivamente analizza il messaggio della Madonna e il simbolismo teologico-spirituale della medaglia miracolosa, descritta dalla Vergine stessa alla veggente nel 1830.

Rue du Bac, n. 140, Parigi, è l’indirizzo della Cappella che, da oltre un secolo e mezzo, è meta di incessante Pellegrinaggio, perché in essa ebbero luogo le apparizioni della Vergine a Caterina Labouré e prese avvio la devozione della medaglia miracolosa.

In queste visioni l’autore ritrova le grandi immagini bibliche che, dalla Genesi all’Apocalisse, parlano della Madre di Dio e del suo posto nella storia della salvezza. Sintesi dell’idea e dell’immagine, la medaglia permette di “rivelare il mistero ai poveri”, ai piccoli, ai bambini e di aiutare così anche le persone più sprovvedute a salire ai livelli più eccelsi dell’orazione e della contemplazione.

Contro l’obiezione che la medaglia costituisca un esempio di superstizione, l’autore propone un’acuta analisi della devozione popolare, da una parte, e dei fenomeni più misteriosi o problematici, dall’altra, rappresentati dalle visioni, che il Guitton qualifica come casi particolari di “profezia”.

Questo approfondimento filosofico e psicologico della mistica e della devozione popolare rappresenta l’atteggiamento spirituale del Cattolico moderno, particolarmente dell’intellettuale, di fronte alla devozione mariana.

Una preziosa testimonianza di fede e di illuminata ricerca.

Jean Guitton, nato nell’Alvernia di Pascal, 1901, si laureò in Filosofia e Lettere. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu per 4 anni prigioniero dell’Oflag IV D. Professore all’Università di Montpellier, poi a quella di Dijon, nel 1955 divenne titolare della cattedra di Storia e di Filosofia alla Sorbona. Accademico di Francia nel 1961, fin dal 1954 si era visto decretare il Gran Premio di Letteratura dell’Académie Française.  Ha scritto numerose opere sui temi più vari, filosofia, saggi, racconti, romanzi, critica biblica, pittura, ecc. Minacciato dal Sant’Uffizio per il suo libro “Gesù” Guitton trovò un aiuto in Mons. Roncalli, allora Nunzio a Parigi. Il futuro Giovanni XXIII non dimenticherà il suo protetto e lo chiamerà al Concilio Vaticano II, primo laico a beneficiare di tanto onore. Ma fu Mons. Montini che si entusiasmò di un altro libro di Guitton, “La Vergine Maria”,  oggetto anch’esso delle critiche del Sant’Uffizio, e ne volle conoscere l’autore, che divenne il suo più famoso confidente. Jean Guitton è morto a Parigi nel 1999.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login