Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Le agende di Papa Giovanni nelle biblioteche del mondo

Edizione del: 21 marzo 2014

Agende Papa GiovanniQuando Giuseppe Alberigo, Mario Benigni e Alberto Melloni, al momento della valutazione storica per la chiusura della “positio” per la Causa Canonica di Angelo Giuseppe Roncalli, scoprirono le agende-diario, si temette che potessero gettare un’ombra sulla Causa, in quanto potevano contenere chissà quali segreti che avrebbero potuto danneggiare la Chiesa e la Beatificazione.

Oggi quelle 10 agende prenderanno la strada delle Nunziature e di 300 biblioteche nel mondo, biblioteche nazionali e alcune biblioteche di luoghi simbolo, come Hiroshima, Nagasaki e Cracovia, o di Centri Teologici di rilievo, tra cui Tubinga e Lovanio.

In occasione della prossima Canonizzazione del “Papa-buono” le sue agende partiranno per queste prestigiose destinazioni grazie alla generosità della Fondazione Italcementi, unitamente ad altro illustre donatore, e con il sostegno della Fondazione Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Le agende sono un’opera comprensiva di materiali senza paralleli nella storia, che consentono al lettore e allo studioso di seguire giorno dopo giorno, passo dopo passo, l’attività di Angelo Roncalli – da prete, da diplomatico, da Papa – dal 1895 al 1963.

Il valore eccezionale di questa documentazione è stato riconosciuto dallo Stato italiano, che ne ha voluto fare un’edizione nazionale – in 10 volumi, annotati e commentati, dotati di indici e apparato critico – lavoro compiuto dalla Fondazione per le Scienze Religiose di Bologna.

Il lavoro si è basato su archivi che messi a disposizione della èquipe bolognese, dalla Santa Sede, dalla Postulazione, da altri Archivi e dall’oggi Cardinale Capovilla, le cui carte sono patrimonio della Fondazione Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Il dono alle 300 biblioteche di tutto il mondo oltre a costituire un omaggio alla memoria di Papa Giovanni, è un elemento di valorizzazione della storiografia e della cultura italiane: non c’è mai stata per nessun Papa l’edizione critica di un testo di queste proporzioni, un diario non solo spirituale, ma a 360 gradi di tutta una vita, della vita di un uomo diventato Papa, e Papa del Concilio.

Gli scritti si fermano al 20 maggio 1963, pochi giorni prima del 3 giugno, giorno della morte.

C’è tra l’altro il diario tenuto dal Patriarca Roncalli durante il Conclave dal quale sarebbe uscito Papa, con la descrizione del testa a testa tra lui e il Cardinale armeno Krikor Aghagianian, e il suo rammarico per le dicerie che cercavano di precludergli, affermando che fosse malato.

I diari sono quasi esclusivamente in italiano, tranne 2, in francese per i 2 anni in cui Roncalli fu Nunzio a Parigi, mentre gli Storici sono ottimisti su una prossima traduzione in turco di quelli relativi agli anni a Istanbul.

L’edizione critica è iniziata nel 2003 con l’uscita del Giornale dell’Anima, e si è conclusa nel 2008 con l’uscita dell’ultimo tomo dei diari di Turchia.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login