Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Kosovo: 1700 anni Editto Milano

Edizione del: 4 settembre 2013

Il Kosovo si è unito alle celebrazioni in corso da inizio anno nei Paesi Europei e dei Balcani per i 1.700 anni dell’Editto di Milano, il documento sulla tolleranza religiosa emanato nel 313 d.C. dall’Imperatore romano Costantino, con mostre e dibattiti, in programma da ieri, martedì 3 settembre, fino al 5 settembre, ed organizzati da Istituzioni, Chiesa Cattolica del Kosovo, Atenei e Istituti.

Costantino, spiega don Lush Gjergji, Vicario Generale Amministrazione Apostolica di Prizren, “era di origine illirica, della Dardania antica, oggi Kosovo”.

E l’Editto di Milano “segna una svolta epocale verso la libertà religiosa, presupposto per ogni libertà e democrazia autentica, della persona e del diritto alla proprietà”.

Le celebrazioni sono iniziate con l’inaugurazione all’Università di Pristina di una mostra cartografica in cui saranno esposte 12 mappe antiche, per lo più del XII e XIII secolo.

Tra queste, la preziosa Tabula Militaris Itineraria, la cosiddetta Peutingeriana, mappa originariamente realizzata nel IV secolo e raffigurante l’itinerario di viaggio di tutto l’Impero romano la cui prima edizione a stampa fu realizzata nel 1598 da Marcus Wesler; in Italia fu stampata nel 1793, a Jesi, per volontà dell’Arcivescovo di Loreto, Mons. Bellinio.

Oggi l’opera, che si compone di 11 segmenti stampati, è di proprietà della Fondazione Gianni Brandozzi di Ascoli Piceno.

Oggi, mercoledì 4 settembre, giornata di studio con la partecipazione, fra gli altri, di Docenti delle Università Cattolica e Statale di Milano, degli Atenei di Zagabria e Lione e dell’Istituto di Archeologia di Tirana.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login