Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Kenya: altare speciale per Messa Papa a Nairobi

Edizione del: 31 ottobre 2015

Papa FrancescoSarà un altare impreziosito dall’età quello su cui il 26 novembre prossimo Papa Francesco celebrerà Messa nel Campus Università di Nairobi, in Kenya, durante il suo viaggio nel Paese africano.

L’altare in questione, che ha oltre 100 anni, sarà spostato per l’occasione da Nyeri a Nairobi, ed è lo stesso che è stato utilizzato durante la Beatificazione di Suor Irene Stefani, lo scorso 23 maggio.

Domenica scorsa, il team che organizza la visita di Papa Francesco era nella Missione della Consolata Nyeri Mathari per compiere un’ispezione sull’altare, tutto ciò mentre i preparativi per la visita del Pontefice continuano e sono in pieno fermento.

Padre Stephen Okello, il Coordinatore della visita di Francesco, ha detto che l’altare è stato scelto perché è un oggetto ricco di valore storico per la Chiesa Cattolica in Kenya.

“Abbiamo scelto l’altare, che è stata realizzato da missionari della Consolata a Nyeri, più di 100 anni fa. In questo modo – per mezzo del valore simbolico dell’altare – la visita del Papa potrà arrivare a ogni fedele Cattolico nel Paese, nonostante il fatto che si recherà solo a Nairobi”, ha detto Padre Okello.

L’altare misura quasi 2,5 metri per un 1,80.

Il Team ha detto di aver anche scelto la sedia che il Papa userà, e che la costruzione del podio è quasi terminata.

Del più di un milione di fedeli attesi per assistere alla Messa del Papa, solo 200mila saranno ammessi all’interno dell’Università di Nairobi.

I restanti – circa 300mila – saranno accolti al Central Park mentre altri ancora ad Uhuru Park, dove l’intera cerimonia sarà trasmessa su grandi schermi.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login