Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Intervista al Capo Ufficio Famiglia Padre Grieco

Edizione del: 20 ottobre 2013

Padre Gianfranco Grieco, nato a Barile nel 1943, è entrato giovanissimo nell’Ordine dei Frati Minori Conventuali, studiando nei seminari serafici di Ravello, Nocera Inferiore e Portici.

Dopo l’anno di Noviziato in Assisi presso la Tomba di San Francesco, ha frequentato gli studi liceali presso il seminario serafico di Sant’Anastasia (Napoli).

Dopo due anni di Filosofia e quattro anni di Teologia presso la Facoltà Teologica Seraphicum di San Bonaventura in Roma, ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale il 21 dicembre del 1967 dal Cardinale Paolo Marella, Arciprete della Patriarcale Basilica di San Pietro.

Nell’autunno del 1968 è stato inviato all’Università di Friburgo in Svizzera per conseguire il Dottorato in Teologia e il Diploma in Giornalismo.

Assunto dal 1970 come Redattore de L’Osservatore Romano è  stato dal 1978 inviato speciale al seguito di Giovanni Paolo II nei viaggi pastorali in Italia e nel mondo.

E’ stato Capo Servizio del Servizio Vaticano de  L’Osservatore Romano.

Giornalista professionista dal 1974, collabora al mensile “San Francesco patrono d’Italia” edito presso la Basilica Papale di Assisi e ad altre riviste italiane ed estere.

Da novembre 2008 è Capo Ufficio del Pontificio Consiglio per la Famiglia e Direttore della rivista del PCF “Familia et Vita”.

E’ Professore di teologia, di ecclesiologia e di pastorale dei santuari francescani d’Italia presso la Facoltà Teologica di San Bonaventura- Seraphicum di Roma.

Impegnato nella pastorale tra i migranti in Svizzera, dal 1978 al 1970, è stato aiutante dei cappellani di Regina Coeli dal 1975 al 1985.

Dal 1970 è Collaboratore parrocchiale della parrocchia di Santa Dorotea in Porta Settimiana a Trastevere.

Per quindici anni ha curato i volumi Insegnamenti da Paolo VI a Giovanni Paolo II editi dalla Libreria Editrice Vaticana.

Continua ancora oggi a curare l’Introduzione ai volumi Insegnamenti di Benedetto XVI, editi dalla LEV.

Per Telemontecarlo ha commentato per l’anno 1998, la celebrazione della Santa Messa e l’Angelus domenicale e festivo.

Per le tematiche spirituali e solidali collabora alla rubrica settimanale Tutto benessere di Rai1, condotta da Daniela Rosati.

 Ha pubblicato fino ad oggi numerosi volumi.

Padre Grieco, lei è Capo Ufficio di un importante dicastero vaticano, il Pontificio Consiglio per la Famiglia. Come è arrivato a questo prestigioso incarico?

Padre Alessandro Grieco“Ho fatto un lungo cammino prima di approdare al Pontificio Consiglio per la Famiglia, perché ho fatto il Capo Redattore all’Osservatore Romano per 37 anni, prima accompagnando Paolo VI, quando ero giovane, poi Giovanni Paolo II in tutti i suoi 104 viaggi internazionali, più i viaggi in Italia, in tutto più di 300, e poi tutte le visite nelle parrocchie romane. Per cui ho acquistato una grande esperienza su determinate tematiche, come i temi della Famiglia e della Vita, temi che richiedono una esperienza e una capacità di coniugare il nuovo e il vecchio, l’antico e il moderno, quello di ieri con quello di oggi, pensando a quello che succederà domani”.

La famiglia è sempre stata attaccata, ma però come adesso. Secondo lei i dettami della Chiesa hanno contribuito a salvaguardarla?

“Io credo che la bufera, il vento, lo tzunami che si è abbattuto sulla famiglia, oramai quotidianamente, vuole cercare di scardinarla, di offenderla, di distruggerla, ma la famiglia regge, perché la famiglia è un fatto in primo luogo naturale, poi rivelato. Gesù lo ha detto: ‘Fino ad oggi avete fatto così, da oggi in poi non farete più così’. E Gesù lo ha detto con forza perché ‘Lo dico io e non ve lo hanno detto i Profeti’ o i Profeti di oggi. La Chiesa porta avanti questo discorso.  Ma credo che bisogna star sereni, perché il futuro della Chiesa sta nelle mani di Dio, non nelle mani del Papa, anche se abbiamo un Papa straordinario”.

Ve la aspettavate la decisione del Papa di indire per il 2014 un Sinodo dei Vescovi Straordinario sulla famiglia?

 “Sì, perché da quando è stato eletto Papa Bergoglio, i temi della Famiglia e della Vita,  anche come conseguenza del Sinodo dei Vescovi dell’anno scorso, era un tema che bisognava affrontare più approfondamente, e credo che il Papa abbia avuto il coraggio di capire tutto questo, muovendosi presto, già per il 2014”.

Che cosa le è rimasto di quei 37 anni da giornalista passati all’Osservatore Romano?

Padre Alessandro  Grieco“E’ un esperienza che uno se la porta dentro, ti rimane nel sangue. Ho iniziato molto presto a fare giornalismo, poi ho studiato all’Università di Friburgo in Svizzera, dove mi sono laureato in Teologia, facendo anche 3 anni di giornalismo. Per cui, lingua, giornalismo, Teologia, Cultura del mondo Cattolico, han fatto si che l’Osservatore Romano mi prendesse come redattore. Ora dirigo la rivista del Pontificio Consiglio per la Famiglia, ‘Famiglia e Vita’. Il prossimo numero che pubblicheremo riguarda Papa Bergoglio. Tutti ora corrono dietro a Papa Bergoglio, e c’è molto interesse anche nel vedere che pensieri aveva quando era Cardinale. Sui temi della Famiglia e della Vita, temi sui quali sembrava silenzioso, discreto, io ho raccolto in un volume, che uscirà la prossima settimana, ben  35 interventi del Cardinale Bergoglio: dal 1999 al 2013, pochi giorni prima dell’elezione. Una cosa che nessuno sapeva, nemmeno io lo sapevo, e credo nessuno in Vaticano, perché lui era discreto, silenzioso, appartato, fino a quando lo Spirito Santo non l’ha trasformato, con l’elezione, in un uragano”.

Franco Mariani


Autore: 

Franco Mariani, direttore di News Cattoliche, classe 1964, giornalista, ha cominciato ad occuparsi di giornalismo nel 1978, a 14 anni, l’anno dei tre Papi, scrivendo per alcuni settimanali cattolici, passando poi a quotidiani, televisioni, radio e web. E’ giornalista Vaticanista, critico cinematografico ed esperto dell’Alluvione di Firenze del 1966 e dello Zecchino d’Oro. Ha frequentato la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale di Firenze. In seno al Sindacato unitario dei giornalisti ha ricoperto vari incarichi regionali e nazionali. E’ direttore di varie testate e ha pubblicato diversi libri sulla storia del papato e di Firenze. E’ Cavaliere di Merito dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio.

You must be logged in to post a comment Login