Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

In 50mila ieri a Udienza Papa

Edizione del: 5 settembre 2013

Oltre 50mila, secondo i dati della Prefettura della Casa Pontificia, i fedeli provenienti da tutto il mondo presenti ieri, mercoledì 4 settembre, in Piazza San Pietro per l’Udienza Generale di Papa Francesco, la prima dopo la pausa estiva.

I dati, diffusi dalla Casa Pontificia, tengono però conto solo dei biglietti gratuiti distribuiti, e non dei fedeli che si sono aggiunti  senza biglietto in fondo alla piazza oltre le transenne che dividono l’Italia dal Vaticano..

Il Papa, entrato in Piazza San Pietro, a bordo della jeep scoperta, è stato subito assalito dai fedeli.

Prima tappa della Papamobile i bambini che il Pontefice ha voluto salutare con il consueto bacio.

Sotto un caldo sole romano il Pontefice ha voluto abbracciare idealmente tutti i presenti.

Sempre molto impegnativo il lavoro degli uomini della Gendarmeria Vaticana  e della Guardia Svizzera Pontificia che oltre a garantire l’incolumità del Papa, talvolta, invitati dai genitori, portano in braccio i bambini e gli ammalati verso Francesco.

Numerose le bandiere, gli striscioni e le manifestazioni d’affetto verso il Pontefice che non si è sottratto al calore della gente.

Durante il tragitto Francesco si è anche scambiato lo zucchetto con un fedele ed è sceso dalla jeep per salutare alcuni bambini con il vestito della Prima Comunione.

 Al termine dell’udienza generale in piazza San Pietro e’ stata celebrata una  piccola festa ”in famiglia” per papa Francesco.

Era presente infatti presente una delegazione di Piana Crixia, della diocesi di Acqui Terme, paese natale di Rosa Margherita Vassallo, nonna di Jorge Mario Bergoglio.

I pellegrini di Lodi, venuti con il vescovo Giuseppe Merisi, hanno anche voluto far memoria del sacerdote lodigiano Enrico Pozzoli, missionario salesiano: fu lui a battezzare a Buenos Aires il futuro Papa Francesco.

Un udienza con durata record, tre ore esatte.

Dopo i saluti finali nelle varie lingue Papa Francesco ha voluto rilanciare con forza l’appello in favore della pace in Siria e in Medio Oriente, per la quale ha indetto una giornata di preghiera e di digiuno per sabato proprio in piazza San Pietro, esclamando: “Si alzi forte in tutta la Terra il grido della pace!”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login