Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Immigrati: in Italia più Cristiani che Musulmani

Edizione del: 5 maggio 2013

In Italia ci sono 836 religioni diverse e più immigrati Cristiani che Musulmani.

Sono alcuni dati di una ricerca del Cesnur, Centro Studi sulle Nuove Religioni, presentati a Torino.

Per quanto riguarda gli immigrati, la ricerca del Cesnur rivede i dati, in genere provenienti dai rapporti annuali della Caritas/Migrantes.

“Abbiamo contato cose diverse – spiegano Massimo Introvigne e Pier Luigi Zoccatelli, Direttore e vice-Direttore del Centro -: la Caritas conta gli immigrati in base alla religione che avevano nel Paese di origine, noi l’effettivo contatto con un’Organizzazione della loro religione in Italia”.

Così se per la Caritas gli immigrati Musulmani presenti in Italia sono 1.651.000 per la ricerca Cesnur sono 1.360.000; gli immigrati Cristiani Ortodossi scendono da 1.483.000 della Caritas a 1.295.000 del Cesnur.

“Mentre in un certo immaginario collettivo – spiegano Introvigne e Zoccatelli – un immigrato non Cattolico è quasi per definizione un Musulmano, in realtà tra gli immigrati appartenenti a minoranze religiose i Musulmani non sono, o non sono più, in maggioranza né assoluta né relativa e i Cristiani non Cattolici, sommando Ortodossi e Protestanti Pentecostali, sono ora più numerosi degli Islamici”.

Nel loro complesso gli immigrati che professano religioni diverse da quella Cattolica sono 3.218.000.

I non Cattolici presenti globalmente in Italia sono 4.635.400 se si considerano nel totale anche gli immigrati che non sono cittadini italiani, 1.417.000 se si prendono in esame i soli cittadini italiani.

Detto in altri termini, gli appartenenti a minoranze religiose sono il 2,5% dei cittadini italiani e il 7,6% delle persone presenti sul territorio italiano, immigrati non cittadini compresi.

Tra i cittadini italiani, secondo gli stessi dati, la prima minoranza come famiglia spirituale o corrente è quella Protestante, con 435.000 fedeli.

La seconda Organizzazione religiosa tra i cittadini italiani dopo la Chiesa Cattolica è quella dei Testimoni di Geova, con poco più di 400.000 fedeli; seguono i Buddhisti, 135.000.

“Gli Ebrei cittadini italiani costituiscono una realtà di grande rilievo storico e culturale, ma sono solo 36.000”, conclude la ricerca.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login