Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Il parroco transfrontaliero con la Bosnia

Edizione del: 13 novembre 2013

Il croato don Mile Sajfar, 61 anni, è uno di quei sacerdoti che più frequentemente passa il confine tra Croazia e Bosnia Erzegovina: in 4 mesi ha attraversato la frontiera 43 volte.

Don Sajfar è parroco di Dreznik e Vaganac in Croazia, ma dal 28 giugno gli è stata affidata la cura pastorale di 150 anime del villaggio bosniaco di Zavalje, dopo la morte del locale parroco, Mile Ivancic, ucciso lo scorso febbraio da 3 rapinatori minorenni.

Nonostante si trovi in territorio bosniaco, nei pressi di Bihac, Zavalje fa parte del Vescovado croato di Gospic-Sinj e precisamente del Decanato di Slunj.

Il sacerdote, ben conosciuto ormai dalla polizia di frontiera sia croata che bosniaca, vi si reca regolarmente e ogni domenica celebra la Messa nella locale chiesa di San Francesco d’Assisi, bene accolto, dichiara, dai parrocchiani.

“Il mio compito – dice – è quello di indicare agli uomini la strada verso Dio, e ciò significa verso il bene: cerco di farlo ogni giorno”.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login