Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Il Papa a Rio per la Gmg

Edizione del: 8 maggio 2013

Il primo viaggio internazionale di Papa Francesco, quattro mesi dopo l’elezione, porterà il primo Pontefice latino-americano nel suo continente, e in particolare nel Paese col maggior numero di Cattolici al mondo.

Durerà in tutto sette giorni la visita di Bergoglio in Brasile, in programma dal 22 al 29 luglio prossimi in occasione della 28ma Giornata Mondiale della Gioventù di Rio de Janeiro.

Il Papa sarà per quasi tutto il tempo nella metropoli carioca, visitando tra l’altro una “favela” e incontrando anche giovani detenuti, tranne una puntata al Santuario Mariano di Aparecida.

Un programma fittissimo quello diffuso dalla Sala Stampa Vaticana, fatta salva la giornata di riposo di martedì 23 nella residenza di Sumaré, mentre quella di mercoledì 24 sarà quasi interamente dedicata al Pellegrinaggio ad Aparecida, dove il Papa venererà l’immagine della Vergine e celebrerà la Messa.

Il viaggio prevede incontri ufficiali: primo fra tutti, lunedì 22, quello con la Presidente della Repubblica Dilma Rousseff, ma anche quello di sabato 27 con la Classe Dirigente del Brasile nel Teatro Municipale di Rio.

Giovedì 25 Bergoglio benedirà le bandiere olimpiche dei Giochi di Rio 2016 nel Palazzo Comunale, dove riceverà le chiavi della città.

Altri appuntamenti saranno invece più Pastorali, come la visita di mercoledì 24 all’ospedale intitolato a San Francesco d’Assisi, struttura che si occupa del recupero da tossicodipendenze e alcolismo, quella di giovedì 25 alla baraccopoli “bonificata” di Varginha-Manguinhos, e l’incontro di venerdì 26 con alcuni detenuti nella Residenza dell’Arcivescovo don Orani Tempesta.

Dominerà il viaggio brasiliano, comunque, la partecipazione del Papa ai Riti e agli eventi della Gmg, in mezzo ai giovani provenienti dai cinque continenti.

La festa di accoglienza sarà la sera di giovedì 25 sullo sfondo del celeberrimo lungomare di Copacabana.

Il giorno dopo il Papa farà le confessioni, sarà a pranzo con i giovani e la sera presiederà la Via Crucis, sempre sul lungomare di Copacabana.

Il programma di sabato 27 si aprirà con la Messa con i Vescovi e i sacerdoti della Gmg nella Cattedrale di San Sebastiano e si chiuderà con la grande veglia di preghiera nel Campus Fidei di Guaratiba, alla periferia ovest di Rio, una spianata in grado di contenere fino a due milioni di persone.

E lì che nella mattina di domenica 28 Bergoglio celebrerà la Messa finale, prima di incontrare nel pomeriggio i Vertici del Celam, Consiglio Episcopale Latino-Americano, cui ribadirà la sua attenzione per il continente, e di ripartire per Roma, dove arriverà il 29 mattina.

Il viaggio prevede in tutto 15 tra omelie e discorsi del Papa.

Prima di Bergoglio, Giovanni Paolo II aveva visitato quattro volte il Brasile, nel 1980, nell’82, nel ‘91 e nel ‘97.

Benedetto XVI vi è andato invece nel maggio 2007, visitando San Paolo e Aparecida.

Nei suoi messaggi a cadenza pressoché quotidiana, intanto, martedì il Papa ha esortato via Twitter a non accontentarsi di “una vita Cristiana mediocre” e a camminare “con decisione verso la Santità”.

Nella Messa alla Domus Sanctae Marthae, invece, ha sottolineato che anche nelle tribolazioni il Cristiano è sempre gioioso e mai triste, mentre “un Cristiano che continuamente si lamenta, tralascia di essere un buon Cristiano”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login