Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Il Catechismo di Matteo Ricci

Edizione del: 25 marzo 2014

 

Catechismo Ricci

Lunedì  prossimo, 31 marzo, alle ore 11 presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Macerata si terrà la presentazione del libro di Don Giovanni Sun e Padre Antonio Olmi “Matteo Ricci  Catechismo  il vero significato di Signore del Cielo”.

Su richiesta dei letterati cinesi, Ricci dialogava con loro trattando l’argomento del Signore del Cielo – cioè di Dio.

Il suo Catechismo, pubblicato a Pechino nel 1603, ha descritto questa originale e attualissima forma di catechesi, valida per annunciare il Vangelo a qualunque cultura.

Matteo Ricci, nato a Macerata nel 1552, entrato nella Compagnia di Gesù, nel 1582 sbarcò a Macao.

Al termine di un itinerario durato 18 anni, incontrando molte difficoltà e dando prova eroica delle virtù Cristiane, riuscì ad arrivare a Pechino, dove visse fino alla sua morte, avvenuta nel 1610.

Nel corso del suo apostolato missionario egli mise in pratica il “metodo dell’accomodamento” che consisteva nel mettere in luce gli elementi sapienziali presenti nella civiltà cinese, in particolare nella filosofia confuciana, per condurre i suoi interlocutori, attraverso di essi, alla verità dell’annuncio Cristiano.

Il lavoro dei due curatori del libro, edito dalle Edizioni Stuio Domenicano di Bologna, si propone di essere fedele all’impianto filosofico-teologico del gesuita maceratese, a ciò che egli ha espressamente voluto essere, un evangelizzatore, che peò non ha cercato semplicemente di far dialogare l’Occidente e la Cina, ma ha individuato i semi della Sapienza divina presenti in ambedue le civiltà e li ha messi a confronto, per mostrare come essi derivano dalla medesima origine suprema – il Signore del cielo – e che ad essa riconducono.

Il testo cinese, a fronte di quello in italiano, è stato trascritto in caratteri semplificati per agevolarne la lettura da parte dei cinesi contemporanei educati dopo la riforma della scrittura varata nel secolo scorso dalla Repubblica Popolare Cinese.

L’interessante volume ha l’introduzione di Gianni Criveller e Antonio Olmi, la raduzione e le note sono di Sūn Xùyì e Antonio Olmi, la Prefazione è di Mons. Savio Hon Tai Fai, Segretario di Propaganda Fide, la Postfazione è di Mons. Claudio Giuliodori, Vescovo di Macerata.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login