Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Grillini su domande Sinodo Famiglia

Edizione del: 12 novembre 2013

Franco Grillini, Presidente Gaynet Italia, in merito al questionario vaticano inviato ai Vescovi e fedeli di tutto il mondo sulla famiglia e le sue moderne sfaccettature,spiegando che nel “chiedere un’opinione ai fedeli si ammette la realtà delle nuove famiglie, delle coppie omosessuali, dei loro figli, dell’omogenitorialità, delle famiglie divorziate e ricostruite e via dicendo non senza ribadire il solito ragionamento sulla ‘legge naturale’, di cui peraltro non esistono codici se non quello Canonico che non può certo sostituirsi alle Leggi dello Stato”, afferma che “non siamo tra coloro che vedono in ogni mossa di questo Papa una clamorosa novità. Tuttavia è innegabile che il sondaggio mondiale sulle questioni ‘delicate’ relative alle coppie gay e a vari altri argomenti di solito ostici per il Vaticano, rappresenti un fatto nuovo nella liturgia d’Oltretevere”.

“Evidentemente - sottolinea Grillini – anche in Vaticano ci si è resi conto che non è più possibile procedere per anatemi e che anche il popolo dei fedeli e persino quello dei praticanti sono lontani anni luce dalla vita reale delle persone e dei loro comportamenti effettivi ed affettivi facendo di quella Cattolica la religione più disubbidita del pianeta”.

“Anche i Cattolici praticanti, infatti, fanno sesso prima del matrimonio, si masturbano, fanno sesso fuori dal matrimonio, abortiscono, non rispettano i precetti religiosi, fanno l’inseminazione assistita, si sposano tra persone delle stesso sesso vorrebbero e via dicendo. Evidentemente – prosegue la nota – si vuole certificare questa realtà attraverso un sondaggio per praticare quelle aperture e quelle correzioni di rotta senza delle quali la religione Cattolica nella sua versione ufficiale è destinata in occidente ad un lento e inesorabile declino e a un destino di minoranza tra le altre”.

“Se son rose fioriranno è il caso di dire; tuttavia non possiamo che esprimere un certo scetticismo perché non si sa chi farà il sondaggio e se le risposte saranno più o meno influenzate dall’ala integralista ancora molto diffusa del Cattolicesimo ufficiale”, conclude Grillini.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login