Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Grasso: S. Francesco è identità Nazionale

Edizione del: 29 settembre 2013

Il Presidente del Senato Pietro Grasso, intervenendo presso la Sala Capitolare della Minerva, all’incontro “San Francesco – Giornata di pace, fraternità e dialogo tra religioni e culture diverse”, ha detto che la giornata del 4 ottobre, solennità civile in onore di San Francesco d’Assisi “costituisce un’occasione preziosa per approfondire i temi delle relazioni all’interno dell’odierna comunità civile italiana, decisamente avviata verso il pluralismo interreligioso e interculturale, a partire dall’esempio di San Francesco, Patrono d’Italia. Francesco d’Assisi è uno dei Padri Fondatori riconosciuti della identità nazionale”.

San Francesco, ha sottolineato Grasso, “ha incarnato e proposto uno stile e un modello di relazione tuttora attuale, per la costituzione di una civile e pacifica convivenza tra persone della stessa società, con i vicini e i lontani, con persone di cultura e religione diversa. Francesco si è fatto Pellegrino e forestiero per essere concittadino, anzi fratello di tutti, ricordando la provvisorietà e precarietà dell’esistenza terrena”.

“Domandarsi oggi dove porti il suo messaggio – ha proseguito la seconda carica dello Stato- significa ancora una volta interrogarsi sulle ragioni della convivenza; sulla necessità quotidiana di coniugare il cambiamento con il richiamo ai valori irrinunciabili della dignità personale e – al tempo stesso – del vivere civile”.

Quello Francescano “è un linguaggio -ha proseguito Grasso- che parla a tutte le culture e tutte le religioni. Un orizzonte valido per chiunque, anche per i non credenti, che si riconoscono nella costruzione di un ordine sociale e di un umanesimo civile fondato sulla cultura del rispetto. Nella Costituzione, nella cultura, nella storia e nelle tradizioni dell’Italia sono presenti i principi in base ai quali si può costruire una rispettosa e pacifica convivenza con uomini e donne provenienti da altre culture e appartenenti a religioni diverse”.

“Oggi, più che mai -ha continuato- abbiamo bisogno di reciproco ascolto e comprensione, di dialogo, di avvicinamento e unità nella diversità. Abbiamo bisogno cioè dello ‘Spirito di Assisi’, che è cultura di rispetto, conoscenza, amicizia, dialogo, confronto tra persone di mondi, culture, tradizioni e identità diverse. Spero che la testimonianza di Francesco e il suo insegnamento possano essere anche per noi segno di speranza per l’avvenire dell’Italia. Un avvenire che si può e si deve costruire insieme”.

“Il mio auspicio – ha concluso il Presidente del Senato – è che la ricerca di dialogo e lo spirito di pace che anima il Francescanesimo possano affermarsi come esempio positivo per le Istituzioni e per l’intera società civile del nostro Paese, che orgogliosamente ha in Francesco il suo Patrono”.

Grasso ha annunciato che sarà presente alla celebrazione della Santa Messa presieduta da Papa Francesco – la prima volta di un Pontefice – nell’Acropoli assisana.


Autore: 

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti e al Sindacato Nazionale Critici Cinematografici, prima di approdare a questa redazione (settembre 2013) ha collaborato con altre testate giornalistiche nazionali e toscane, occupandosi oltre che di cinema anche di spettacolo e cronaca.

You must be logged in to post a comment Login