Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

GMG,P. Lombardi: Papa non esageri

Edizione del: 27 luglio 2013

Padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa vaticana, in una intervista alla Radio Vaticana ha sottolineato come Papa Francesco, arrivato alla sesta giornata giornata di Gmg in Brasile, “sembra proprio inesauribile. Speriamo che non esageri, ma certamente fino ad ora ce l’ha fatta molto bene e mi pare che i giovani apprezzino molto che lui dia tanta energia per loro”.

 Lo sottolinea ricordando la giornata di ieri nella quale Francesco ha incontrato alcuni detenuti e ha confessato, come un normale parroco, alcuni giovani della Giornata Mondiale della Gioventù.

 ”L’incontro con i detenuti – ha ricordato il portavoce vaticano – è stato un momento particolarmente importante perchè, come sappiamo, Papa Bergoglio con i detenuti giovani ha una lunga familiarità, ha anche un’amicizia perdurante con un gruppo di loro. E il fatto che abbia voluto vedere, nell’ambito della Giornata mondiale della Gioventu’, dei giovani carcerati significa che ha presente questa realtà. Erano sei ragazzi e due ragazze, erano tutti di quattro diversi carceri minorili della zona di Rio, ed hanno potuto esprimersi”.

 Padre Lombardi ha detto che “forse, per qualcuno di essi nei giorni prossimi ci sarà anche una misura di clemenza, per cui questo incontro prelude anche ad una nuova possibilità nella loro vita. Speriamo che possano usarla bene. In questo, c’è l’importanza dell’impegno di tutta la società attorno ai giovani, perchè possano ritrovare speranza, impegno, e una vita inserita nella società come vita di amore e di pacifica convivenza con gli altri e non di violenza”.

 Particolarmente intenso e sentito anche il monento della confessione di alcuni giovani della Gmg: ” sappiamo – ha ricordato Lombardi – che il Papa desidera confessare e ogni tanto si è lamentato – mi pare in occasione di un Angelus o in un’altra occasione – di non avere questa possibilità di farlo frequentemente. Anche a Roma, quando è andato a visitare una Parrocchia, ha colto l’occasione ed ha confessato sette, otto persone prima della Messa. E quindi per lui è anche un ministero importante da parte dei sacerdoti di tutto il mondo”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login