Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

GMG,P.Lombardi: Papa comunicatore

Edizione del: 29 luglio 2013

Padre Federico Lombardi, Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, non ha mancato ai giornalisti di tutto il mondo di sottolinare il successo mediatico del Pontefice che “aiuta a cogliere il messaggio che il Papa ha voluto dare: il tema della missionarietà, della responsabilità, dell’impegno dei giovani, del non aver paura, del superare le difficoltà che si pongono loro lunga la via e desiderare di costruire insieme agli altri, inserendosi nella società in un modo attivo e con l’aiuto di tutte le altre parti, le altre componenti della società”, sottolinea che “Papa Francesco, primo Papa latinoamericano” ha espresso in Brasile “la sua capacità di comunicazione”.

“Un messaggio – rileva Lombardi – molto ricco, che ha toccato profondamente”.

Secondo Lombardi, “il Papa si proponeva di vivere un incontro con la gioventù, come inserita nella società e nella Chiesa nel suo insieme”.

Un obiettivo raggiunto, rileva il Gesuita, sottolineando che “il viaggio ha ottenuto pienamente il suo successo e le sue finalità: Francesco ha parlato alla gioventù del mondo riunita qui a Rio, ma ha anche parlato molto al Brasile e al Continente latinoamericano”.

“Abbiamo visto il Papa – ha quindi osservato ancora Lombardi – nel suo ambiente, nella sua terra, parlando spontaneamente la sua lingua, assolutamente inserito in un ambiente, con cui era perfettamente capace di interagire, di colloquiare e di lanciare dei messaggi forti”.

“Ora – ha aggiunto il Direttore – con i discorsi che ha fatto, con gli altri atti che ha compiuto, sia di attenzione per i poveri e le persone in difficoltà, i giovani in difficoltà, sia anche con la società sociale, abbia veramente intessuto un dialogo con una realtà molto ampia, in cui i giovani sono inseriti”. Dunque “un discorso per i giovani, ma anche un discorso per tutti noi”.

Domenica mattina, alla Messa a Copacabana con il Papa, c’erano “più di 3 milioni di persone”: ha detto Lombardi.

“E’ un segno di vitalità della Chiesa”, ha precisato, tracciando “un bilancio estremamente positivo” della Gmg.

La concezione di una Gmg indicata dal Papa come “molto inserita nella vita della Chiesa ha funzionato molto bene”, e cioè una Gmg, ha sottolineato Lombardi, “non fuori dal contesto della società, bensì all’interno, nei problemi e nelle tematiche odierne del mondo”.

“La salute del Papa è perfetta, in una forma incredibile dopo questi giorni di grandi impegni” ha infine detto il Padre Federico Lombardi.

Vedendo il Papa agire “nel suo Continente, nella sua casa” si riesce a capire meglio come “la Chiesa dell’America Latina può contribuire alla vita della Chiesa universale”.

La Chiesa latino-americana, ha aggiunto, può offrire “la sua ricchezza specifica, il suo dinamismo giovanile, il suo punto di vista sui problemi della Chiesa”, dando così “un contributo di rinnovamento ed entusiasmo” per il futuro.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login