Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

GMG: Papa conquista 70% giovani

Edizione del: 22 luglio 2013

Il “Rapporto giovani”, la ricerca promossa dall’Istituto G. Toniolo, curata da un gruppo di Docenti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e realizzata da Ipsos con il sostegno della Fondazione Cariplo, rivela che Papa Francesco, in partenza per la Gmg in Brasile, conquista i giovani.

Per oltre il 70% degli intervistati, un campione rappresentativo fra i 18 e i 29 anni, Papa Francesco è una persona di cui fidarsi, per l’85 % è vicino alla gente e per il 91% ispira simpatia.

Il Rapporto evidenzia inoltre come oltre l’80% dei giovani sia convinto che con Papa Francesco possa crescere la coerenza morale tra i comportamenti e i valori affermati, il 21,2% è “abbastanza d’accordo”, il 29,1 lo è “molto”, il 30,7% “moltissimo”.

Riguardo ai temi sui quali i giovani percepiscono una maggiore attenzione del Papa, a colpirli maggiormente è sì la vita di preghiera, 68%, e le verità professate dalla Chiesa, 64% di risposte positive, ma ancor più l’impegno verso gli ultimi e nei confronti delle questioni sociali, oltre l’85%.

Seguono, raccogliendo largo consenso, i temi della pace e del dialogo tra religioni, oltre l’80%.

Per quel che riguarda il rapporto fra i giovani e l’appartenenza religiosa, i dati dell’ indagine dell’Istituto Toniolo su “Giovani e fede” confermano il trend di progressiva erosione del senso di appartenenza dei giovani italiani verso il credo Cattolico.

I giovani che si dichiarano credenti nella religione Cattolica sono circa il 56%, esattamente il 55,9%, mentre si dichiara non credente 15,2% della popolazione giovanile.

Papa Francesco, invece, per circa l’83% dei giovani è capace allo stesso tempo sia di incarnare con autenticità i valori Cattolici che di cogliere le novità che arrivano dalla società, un consenso tanto ampio da non essere confinato solo ai credenti.

“In sintesi, – afferma Alessandro Rosina, Docente di Demografia Sociale all’Università Cattolica e tra i curatori dell’indagine – in un clima di generalizzata sfiducia verso tutte le Istituzioni e la mancanza di figure credibili di riferimento per i giovani, Papa Francesco sembra aver fatto breccia nel cuore delle nuove generazioni. In coerenza con il nome che ha scelto, ad essere particolarmente apprezzato di lui è l’essere percepito come più vicino alla gente che alle Gerarchie, l’attenzione ai meno fortunati e il richiamo continuo oltre che ai valori, alla concretezza dei problemi sociali. Tutti aspetti – commenta – che lo mettono direttamente in sintonia con i giovani, sia nel merito dei temi toccati che nel modo di trattarli e comunicarli”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login