Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

GMG: Papa bagaglio a mano

Edizione del: 23 luglio 2013

Salendo a bordo dell’A330 dell’Alitalia che lo avrebbe portato in Brasile, Papa Francesco ha compiuto un altro dei suoi gesti che, con assoluta spontaneità e semplicità ma in piena “rottura” rispetto agli schemi del passato, stanno rivoluzionando lo stile Pontificio.

Mai si era visto un Papa partire per un Viaggio Apostolico portandosi da solo in aereo il bagaglio a mano.

Una borsa nera che Bergoglio ha tenuto con sé sia durante il colloquio col Primo Ministro Enrico Letta, sia mentre saliva sulla scaletta dell’Airbus.

Ma sono tanti i gesti significativi con cui Francesco ha accantonato orpelli e ridondanze dello stile Papale.

La sera dell’elezione, mercoledì 13 marzo, al momento della vestizione ha rifiutato la Croce pettorale d’oro che gli porgeva il Cerimoniere Mons. Guido Marini, preferendo tenere quella di ferro che aveva da Cardinale.

Il neo-eletto Papa si è presentato sulla Loggia delle Benedizioni con la sola talare bianca, rifiutando anche di indossare la “mozzetta” di velluto rosso bordata di ermellino, uno dei simboli della Sovranità Papale.

Già salutando nella Basilica di San Pietro i Capi di Stato e di Governo dopo la Messa di Insediamento del 19 marzo, Bergoglio, anche in questo caso con la sola talare bianca e senza la mozzetta, non si è assiso sul trono, rimanendo in piedi davanti all’altare centrale.

Il Papa ha fatto anche sostituire con un semplice seggio il trono che veniva usato nelle Udienze nella Sala Clementina.

Ai piedi Bergoglio non ha mai indossato le scarpe di alta manifattura che erano proprio dei suoi Predecessori: continua a usare le scarpe nere, un po’ sformate perché per lui più comode nel camminare, che gli forniva un artigiano di Buenos Aires.

Al polso tiene un modesto orologio di plastica nera.

Ha rifiutato di andare ad abitare nell’Appartamento Papale al Palazzo Apostolico preferendo rimanere nel Convitto Vaticano di Santa Marta, passando solo dalla stanza 207 che occupava durante il Conclave alla suite 201.

E’ a Santa Marta che svolge il suo lavoro, affiancato dai due Segretari, e dove consuma i pasti, sempre in compagnia di altri Prelati.

In tutto il periodo estivo il Papa non farà vacanze e non si trasferirà nemmeno nelle Residenza di Castel Gandolfo.

Rimarrà in Vaticano, continuando a lavorare.

Fin dal momento dell’elezione, Bergoglio non ha mai usato la berlina con targa SCV1 propria del Pontefice.

Da qualche tempo, fuori e dentro il Vaticano, si sposta a bordo di un’utilitaria, una Ford Focus azzurro metallizzato.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login