Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

GMG: la carica degli argentini

Edizione del: 22 luglio 2013

L’appuntamento per la partenza è stata fissata alla Cattedrale, per anni la “casa” di Jorge Bergoglio a Buenos Aires.

Da lì, diretti verso la Giornata Mondiale della Gioventù a Rio de Janeiro, sono partiti una decina di autobus con i Pellegrini di tante regioni argentine.

Anche dalla Patagonia, quella “fine del mondo” accennata dal Papa il giorno della sua elezione.

Buenos Aires sarà probabilmente la città del mondo più rappresentata a Rio.

Dell’evento si parla nel paese ormai da giorni, e non solo nel mondo Cattolico.

Gli argentini non nascondono che avrebbero voluto vedere il Papa ancora più da vicino, proprio a Buenos Aires, per quella che sarà la prima visita all’estero di Francisco.

Qualche gruppo è già arrivato a destinazione, ma in tanti sono in viaggio o si stanno per muovere in queste ore.

Sono giovani provenienti da tutte le 23 Regioni del Paese, dal nord al confine con la Bolivia fino al profondo sud dell’Argentina e dal cuore più profondo del Continente sudamericano.

I più “eroici” sono proprio i ragazzi che vengono dalla lontana Patagonia, da città che si chiamano per esempio Rawson, Trelew, Comodoro Rivadavia, Puerto Madryn.

Il tragitto Baires-Rio, passando tra l’altro dalle cascate dell’Iguazù e San Paolo, è di 2800 km, ma per chi viene per esempio da Usuahia, la città più australe al mondo, il percorso si allunga a 5 mila km.

Non è uno scherzo, anche per un fatto climatico visto che si passa dal freddo polare della Patagonia di questa stagione al caldo della straordinaria capitale carioca.

Sono tante ore da fare in pullman.

Tante  le attività a bordo, tra  musica, le “guitarreadas” dei tanti ragazzi che portano chitarre acustiche, ai momenti di riflessione e anche di qualche preghiera e Messa.

“E’ chiaro che per tutti noi questa sarà un’esperienza unica”, commenta per esempio Judith Baksic, 22 anni al quotidiano “Diario Patagonico”, una delle ragazze cha ha organizzato la trasferta.

Ventinove dei circa 40 mila argentini che saranno presenti a Rio conoscono molto bene il Papa: sono infatti i Vescovi del Paese, che per anni hanno lavorato con il Bergoglio Arcivescovo di Buenos Aires.

Anche i Politici saranno ben rappresentati.

A Rio ci saranno infatti non solo la Presidente Cristina Fernandez de Kirchner, ma anche gli altri ‘big’ del Paese, tra i quali il Governatore della provincia di Buenos Aires, Daniel Scioli, e il Sindaco della città, Mauricio Macri.

Tutti in Brasile – giovani, Chiesa e Politici – sotto l’ala di Francisco.


Autore: 

Carmen Ierardi, 34 anni, laureata in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Pisa, ha studiato Teologia presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Beato Niccolò Stenone” di Pisa.

You must be logged in to post a comment Login