Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Gendarmi Vaticani in festa

Edizione del: 6 ottobre 2012

La Gendarmeria Vaticana, nell’occhio del ciclone per il processo all’ex Maggiordomo del Papa Paolo Gabriele, che durante il processo, a sorpresa, ha accusato di essere stato maltrattato dagli stessi Gendarmi durante la detenzione, ieri sera ha festeggiato il Santo Patrono.

“Sentimenti di sincera stima e vivo apprezzamento, che quest’anno vogliono essere ancora più affettuosi” è il senso del messaggio inviato dal Papa, Benedetto XVI, e letto da monsignor Angelo Becciu, Sostituto della Segreteria Vaticana.

I 150 uomini della sicurezza vaticana che vegliano sul Papa, hanno ancora una volta onorato San Michele Arcangelo, patrono dei poliziotti pontifici.

Una festa nella sobrietà, è stato sottolineato più volte durante la cerimonia, alla quale hanno preso parte i 4 plotoni della Gendarmeria e la Banda del Corpo, che ha aperto la parata eseguendo poi alcuni brani, tra cui “O sole mio”.

In tribuna, tra gli ospiti di onore, c’erano i Ministri italiani Andrea Riccardi, Paola Severino, Renato Balduzzi, Piero Giarda, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà, il Vice Segretario Generale di Palazzo Chigi, Federico Toniato, seduto accanto al segretario particolare del Papa, Monsignor Georg Gaenswein.

Tra gli esponenti politici presenti, tra gli altri, il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, il Governatore del Lazio, Renata Polverini, il Segretario dell’Udc Lorenzo Cesa, l’On. Gianni Letta.

In prima fila le autorità ecclesiali, a cominciare dai Cardinali Tarcisio Bertone, Segretario di Stato Vaticano, Angelo Sodano, Decano del Collegio Cardinalizio,  Giuseppe Bertello, Governatore del Vaticano.

Dopo lo schieramento dei reparti, il programma della cerimonia ha visto l’indirizzo di saluto del comandante della Gendarmeria, Domenico Giani. “Ringraziamo il Signore che ci ha sostenuto con la sua grazia -ha detto- e rinnovando la fedeltà al Pontefice ci impegnamo a difendere il messaggio di pace di cui Egli è testimone. ‘Ci sentiamo uniti gli uni altri – ha proseguito – in un comune servizio per la protezione al Santo Padre e di tanti pellegrini che arrivano in Vaticano. I nostri 150 uomini sono altamente specializzati, ma soprattutto amano la loro missione, il Papa e la Chiesa in questo momento storico che non è semplice”.

“Una festa di famiglia. Per dire grazie a tutti i Gendarmi e allo loro opera preziosa e spesso sacrificata”, ha detto nella sua allocuzione il Presidente del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, Cardinale Giuseppe Bertello.

“Al di là delle divise – ha proseguito il porporato – ci sono sempre persone che con il loro quotidiano lavoro vogliono dare testimonianza di quella semplicità evangelica che deve manifestare il carattere particolare della nostra adesione al servizio del Santo Padre e della Chiesa”.

La festa si è conclusa con un rinfresco nei giardini vaticani e con un sontuoso carosello di fuochi d’artificio, con lo sfondo la cupola vaticana, ammirati anche dal Papa dalle finestre del suo appartamento privato.

 Franco Mariani


Autore: 

Franco Mariani, direttore di News Cattoliche, classe 1964, giornalista, ha cominciato ad occuparsi di giornalismo nel 1978, a 14 anni, l’anno dei tre Papi, scrivendo per alcuni settimanali cattolici, passando poi a quotidiani, televisioni, radio e web. E’ giornalista Vaticanista, critico cinematografico ed esperto dell’Alluvione di Firenze del 1966 e dello Zecchino d’Oro. Ha frequentato la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale di Firenze. In seno al Sindacato unitario dei giornalisti ha ricoperto vari incarichi regionali e nazionali. E’ direttore di varie testate e ha pubblicato diversi libri sulla storia del papato e di Firenze. E’ Cavaliere di Merito dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio.

You must be logged in to post a comment Login