Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Finanze Vaticane: bilanci di fine anno e indicazioni per il futuro

Edizione del: 21 dicembre 2014

Cardinale George PellIl Bollettino ufficiale numero 5 del neonato Consiglio per l’Economia ha annunciato, che entro la fine dell’anno, i bilanci consuntivi del 2014 “dovranno registrare qualsiasi transazione o saldo non precedentemente riconosciuto in bilancio, e realizzare inventari completi, in modo che tutti i valori siano correttamente riportati nei saldi di apertura 2015”.

Nel bollettino, viene evidenziato inoltre che tutte le attività, gli investimenti e le passività devono esseri inclusi nel Bilancio consuntivo relativo al 2014.

Proprio una decina di giorni fa il Cardinale Pell, Prefetto della Segreteria dell’Economia, aveva scritto sulle pagine del Catholic Herald che il lavoro di razionalizzazione delle finanze in Vaticano aveva permesso di far venire allo scoperto centinaia di milioni di euro di fondi “neri”, non riconosciuti cioè nei bilanci ufficiali del Vaticano.

Ora il budget – si legge sul bollettino – “si sta elaborando secondo le nuove politiche di financial managment che sono state distribuite a tutti gli Enti della Santa Sede dello Stato della Città del Vaticano dopo la loro approvazione da parte del Santo Padre lo scorso novembre”.

Viene confermato inoltre che, tra novembre e dicembre, si sono svolte sessioni formative “per assistere e supportare gli Enti nell’adozione della nuova procedura di Budget e nell’utilizzazione del nuovo modello di preventivo”.

Ad esse hanno partecipato oltre 160 persone in rappresentanza di 79 Enti, con l’ obiettivo, anche, di “rinforzare il processo di pianificazione di modo che le risorse economiche siano destinate dove possano essere utilizzate nella forma più efficace possibile e di rendere disponibili quante più risorse economiche alla missione della Chiesa, attraverso lo sviluppo del financial management e della gestione economica”.

Nel Bollettino comunque si guarda al futuro, al 2015 quale tempo utile “per avere le strutture economiche ed amministrative operative. Gli Statuti per il Consiglio, Segreteria e il Revisore Generale sono a buon punto per essere finalizzati e presentati al Santo Padre per la Sua approvazione”, spiega il testo.

Tra le ultime curiosità l’ufficio del Cardinale Pell che si è trasferito dal Torrione di San Giovanni al Torrione di Niccolò V, che fino all’anno scorso era occupato dal Presidente dello Ior.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login