Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

FI: Valdesi per detenuti

Edizione del: 12 ottobre 2013

Si chiama “Casa del melograno” ed è stata inaugurata ieri, venerdì 11 ottobre, a Firenze,  un edificio di proprietà della Diaconia Valdese fiorentina, DVF, nella zona di Campo di Marte, dedicato ai detenuti con permessi alternativi al carcere.

“La casa – spiega Alessandro Sansone, Membro della Commissione Sinodale per la Diaconia, CSD, Delegato alla DVF – offrirà accoglienza a detenuti uomini che stanno terminando la loro pena e, quindi, hanno la possibilità di usufruire di misure alternative al carcere”.

La struttura può accogliere circa una decina di persone, ma sono possibili sviluppi futuri.

“Stiamo infatti pensando alla possibilità di ricavare degli spazi dove detenuti in permesso per 24 o 48 ore possano incontrare le loro famiglie”, precisa Sansone.

Per l’occasione, presso la chiesa Battista di Borgo Ognissanti, ha avuto luogo un incontro pubblico dal titolo “Dei diritti e delle pene” promosso dalle Chiese Evangeliche del Capoluogo toscano.

A parlare dei diritti dei carcerati sono stati  il Moderatore della Tavola Valdese, Pastore Eugenio Bernardini, la Presidente dell’Opera per le Chiese Evangeliche Metodiste in Italia, OPCEMI, Diacona Alessandra Trotta, il Presidente dell’Unione Cristiana Evangelica Battista d’Italia, UCEBI, Pastore Raffaele Volpe, che hanno dialogato con la Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Firenze, Antonietta Fiorillo.

“La presenza al più alto livello delle Chiese Battiste, Metodiste e Valdesi segnala quanto gli Evangelici sentano proprio il problema delle carceri”, ha dichiarato la Pastora della chiesa di Borgo Ognissanti Anna Maffei, da anni impegnata insieme alla comunità locali nella cura dei carcerati.

Sulle polemiche di questi giorni, suscitate in Parlamento dal messaggio del Presidente della Repubblica, Maffei taglia corto: “Il problema delle carceri non è certo sorto in questi ultimi giorni. E’ una pesante e scandalosa questione alla quale da anni non si è ancora posto rimedio. Lo stesso Presidente Napolitano era già intervenuto su questa emergenza altre volte, del tutto ignorato dai suoi interlocutori politici”.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login