Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

FI: Ucid presenta Enciclica Papa

Edizione del: 25 luglio 2013

L’Unione Cristiana imprenditori e Dirigenti di Firenze, a conclusione, prima della pausa estiva, delle attività culturali e sociali dell’associazione aperte a tutta la cittadinanza, ha deciso di presentare la prima Enciclica di Papa Francesco, Lumen Fidei.

E per farlo ha chiamato Sua Eccellenza Mons. Gastone Simoni, Vescovo Emerito di Prato.

Il Vescovo illustrerà il documento pontificio a tutti i fiorentini domani, venerdì 26 luglio alle ore 18,30 a Firenze in Via dell’Anguillara 25 presso l’Oratorio San Filippo Neri.

E’ la prima volta a Firenze che si presenta ufficialmente la prima enciclica di Papa Francesco.

Prima dell’appuntamento pubblico aperto a tutti si terrà l’assemblea annuale dei Soci Ucid di Firenze.

“Ci sembrava doveroso – sottolinea il Presidente Ucid Firenze, Guido Guidi a conclusione delle attività sociali e culturali della nostra associazione, presentare alla città di Firenze la prima Enciclica di Papa Francesco, pubblicata poche settimane fa. E per farlo abbiamo chiamato il Vescovo Simoni, Emerito di Prato. Un evento importante per noi e per la città di Firenze per conoscere meglio la spiritualità di Papa Francesco, perché se è vero che tutti conoscono i suoi gesti pubblici e il suo modo di scombussolare la vita dei suoi principali collaboratori vaticani, poco si sa del suo pensiero, che emerge in modo chiaro e forte in questo suo primo documento ufficiale”.

“La fede – scrive Papa Francesco nell’Enciclica – non è una luce tale da dissolvere tutte le nostre tenebre, ma la lampada che guida i nostri passi nella notte, e ciò è quanto basta per il cammino”.

L’Enciclica aggiunge un considerevole sviluppo riguardo la pertinenza della fede per la vita sociale, per l’edificazione della città nella giustizia e nella pace, grazie al rispetto d’ogni persona e della sua libertà, grazie alle risorse di compassione e di riconciliazione da lei offerte per il conforto delle sofferenze e la composizione dei conflitti. La tendenza a confinare la fede nella sfera della vita privata si trova qui confutata in toni pacati, ma in maniera decisiva. Una “sfida” in cui da sempre gli Imprenditori e i Dirigenti dell’Ucid sono impegnati.

E’ importante cogliere l’invito che giunge a conclusione dell’enciclica: “Non facciamoci rubare la speranza”. Il Papa lo ha ripetuto più volte in questi mesi, ma scrivendolo nella sua prima enciclica vuole indicare che nessuno dovrebbe avere paura di guardare ai grandi ideali e di perseguirli. La fede e l’amore sono i primi a dover essere proposti. In un periodo di debolezza culturale come il nostro un simile invito è una provocazione e una sfida che non possono trovarci indifferenti”, sottolinea l’Ucid di Firenze nell’organizzare l’evento.

You must be logged in to post a comment Login