Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Fi: Scacciare i mercanti dal duomo

Edizione del: 19 giugno 2013

Il Presidente dell’Opera del Duomo di Firenze – antica istituzione fiorentina che da più di 700 anni sovrintende alla manutenzione della cattedrale, del battistero, del museo, e delle sue varie proprietà immobiliari della zona – Franco Lucchesi, già presidente dell’ACI, forte di quanto fece Gesù, ha deciso che è l’ora di scacciare i mercanti dal tempio, in questo caso dal Duomo di Firenze.

Per farlo ha deciso, durante una conferenza stampa, di denunciare il degrado che imperversa sui monumenti di piazza Duomo – di cui da tempo l’Opera ha avviato un restauro complessivo, che si concluderà nel 2015 in occasione degli Stati Generali della Chiesa italiana a Firenze e che dovrebbero culminare con la visita del Papa, per un investimento di oltre 30 milioni di euro – assediati da carrozze, cavalli, fiaccherai, vignettisti, venditori ambulanti, venditori abusivi, turisti che mangiano, bevano o stazionano sui gradini del duomo, come fossero delle panchine, e tanto altro ancora.

Tutti i dettagli del piano di recupero della piazza predisposto dall’Opera si possono trovare nel nostro articolo di Nicola Nuti al seguente link http://www.newscattoliche.it/fi-recuperare-il-duomo-e-la-piazza/

Tra le ragioni delle condizioni di degrado per Lucchesi, c’è “l’insufficiente regolamentazione delle attività che vi vengono svolte. Per far fronte al problema servirebbero una presenza più attenta della polizia municipale ed un controllo maggiore degli abusivi”.

Per il Presidente c’è bisogno di una conferenza di servizi con Sovrintendenze e Comune, al fine di trovare le soluzioni più opportune al rilancio della piazza.

“Nei giorni scorsi ho parlato con il sindaco Matteo Renzi – ha spiegato il Presidente rispondendo proprio alla domanda posta da News Cattoliche – che si è detto disponibile ad un incontro per affrontare la questione che essendo di grande importanza può essere definita politica: per questo vorremmo che fosse direttamente coinvolto il Sindaco”.

“Massima disponibilità a lavorare insieme per trovare soluzioni condivise ed efficaci. Ma ognuno faccia la sua parte”, la risposta arrivata nel pomeriggio dal Vice Sindaco Stefania Saccardi.

“Come Amministrazione ci siamo sempre impegnati per il decoro della città – ha aggiunto – ricordando la pedonalizzazione della piazza e rilevando poi che tra le cause del degrado c’è da annoverare sicuramente il cantiere della stessa Opera del Duomo, la quale potrebbe dare anche una mano dal punto di vista delle risorse magari destinando una parte degli introiti che derivano dai turisti a proteggere di più i monumenti”.

Per Lucchesi ormai Piazza del Duomo a Firenze “sembra un suk”.

Così come lo sembrano molte zone nelle immediate vicinanze delle tante Cattedrali italiane.

Un problema che deve essere risolto velocemente, altrimenti si rischiano seri problemi di ordine pubblico difficilmente risolvibili, sia a Firenze come in altre città italiane.

Tuttavia, pur convivendo l’appello lanciato dal Presidente Lucchesi, e dei Consiglieri dell’ente, da tempo impegnati in questo recupero, ci preme sottolineare come sia sbagliato il metodo usato.

Se è vero che da una parte c’è bisogno quanto prima di scacciare i mercanti dal tempio, dall’altra c’è la necessità – proprio per l’Ente che si rappresenta – di rapportarsi, prima, in maniera amichevole con coloro che sono chiamati a far rispettare, come ad imporre, regole di comportamenti, quindi Comune, Questura, Prefettura, Sovrintendenze, e poi eventualmente con maniere più forti ed incisive, come quella di coinvolgere i giornalisti in questa denuncia.

Durante la conferenza stampa il Presidente ha denunciato i tanti mezzi di soccorso della Misericordia che sostano permanentemente davanti al palazzo dove la Venerabile Arciconfraternita ha la sede, posto di lato al campanile di Giotto, chiedendone l’immediata rimozione.

Eppure – sempre rispondendo ad una domanda di News Cattoliche – mai lo stesso Presidente ne ha parlato con il Provveditore della Misericordia.

Eppure abitano vicini….sarebbe bastata, forse, anche una sola telefonata, piuttosto che saperlo, per il Provveditore, dai giornali questa mattina, accusato, con i suoi mezzi di soccorso, di essere parte integrante del degrado di piazza del Duomo.

Dispiace il fatto che lo stesso Presidente – a metà conferenza stampa – faccia appello alla “sensibilità” dei giornalisti affinché non parlino del degrado e delle polemiche ad essa collegate, “ma diano solo risalto al lavoro di recupero, allo studio dell’Opera per un piano antidegrado della piazza, al biglietto unico per visitare tutti i monumenti della piazza”.

Il Presidente Lucchesi dovrebbe sapere che i giornalisti fanno il proprio mestiere….così come lui il suo.

Aspettiamo ora di vedere, in merito al degrado di piazza del duomo a Firenze, i risultati di questa conferenza stampa.

Secondo voi ci saranno?

Franco Mariani

 


Autore: 

Franco Mariani, direttore di News Cattoliche, classe 1964, giornalista, ha cominciato ad occuparsi di giornalismo nel 1978, a 14 anni, l’anno dei tre Papi, scrivendo per alcuni settimanali cattolici, passando poi a quotidiani, televisioni, radio e web. E’ giornalista Vaticanista, critico cinematografico ed esperto dell’Alluvione di Firenze del 1966 e dello Zecchino d’Oro. Ha frequentato la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale di Firenze. In seno al Sindacato unitario dei giornalisti ha ricoperto vari incarichi regionali e nazionali. E’ direttore di varie testate e ha pubblicato diversi libri sulla storia del papato e di Firenze. E’ Cavaliere di Merito dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio.

You must be logged in to post a comment Login