Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Fassino su Salone Libro con Vaticano

Edizione del: 31 luglio 2013

“Vorrei che Torino in occasione della prossima edizione del Salone del Libro, che vedrà la Città del Vaticano Paese Ospite, potesse essere la sede di un incontro fra le tre grandi religioni, che pongono proprio il Libro a fondamento comune”.

E’ la proposta del Sindaco di Torino Piero Fassino, intervenuto venerdì, a Roma, all’incontro con la Santa Sede in preparazione della prossima edizione del Salone del Libro.

Un’idea accolta e rilanciata dal Cardinale Gianfranco Ravasi anche in virtù della “grande tradizione torinese di cultura laica e di dialogo, con figure come Gobetti, Foa, Bobbio e Zagrebelsky”.

Incontro ufficiale, nella sede del Pontificio Consiglio della Cultura, fra i Rappresentanti del Salone Internazionale del Libro di Torino e la Santa Sede per organizzare la partecipazione della Città del Vaticano quale Paese Ospite d’onore alla prossima edizione, dall’8 al 12 maggio.

Quattro i livelli su cui potrebbe essere articolata la partecipazione della Città del Vaticano al Salone: la realizzazione di un grande padiglione al Lingotto ed un’esposizione di codici, volumi e documenti provenienti dalla Biblioteca e dall’Archivio di Stato Vaticano.

Inoltre, nel corso dell’incontro a cui sono intervenuti il Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e Responsabile della Delegazione Vaticana, Monsignor Pasquale Iacobone e il Direttore della Libreria Editrice Vaticana don Giuseppe Costa oltre al Presidente della Regione Roberto Cota, il Sindaco di Torino Piero Fassino ed il Presidente della Provincia Antonio Saitta, è stata prospettata la possibilità di allestire “in una sede prestigiosa” una mostra con alcune importanti opere dei Musei Vaticani, aperta fino al periodo estivo.

Infine è allo studio la possibilità di organizzare eventi e manifestazioni collaterali in collaborazione con le principali Istituzioni culturali e museali di Torino e del territorio piemontese.

Allo scopo di verificare le diverse ipotesi è in programma un sopralluogo a Torino il prossimo 2 settembre.

“L’idea – ha spiegato il Cardinale Ravasi – è presentare al Salone simboli, emblemi di rilievo della Santa Sede quali i tesori dell’Archivio Segreto Vaticano e della Biblioteca Vaticana, che in questo è la prima al mondo con i suoi 150mila codici contro i 30mila dell’Ambrosiana”.

“Nell’allestimento – ha detto ancora Ravasi – si potrà pensare di integrare l’installazione interattiva realizzata da Studio Azzurro, che ha riscosso grande successo alla Biennale di Venezia e che approfondisce il testo dei primi capitoli di Genesi facendo vivere ai visitatori il processo di ‘Creazione, Decreazione, Ricreazione’. Intorno al padiglione della Santa Sede si ramificherà un evento di apertura correlato al ‘Cortile dei Gentili’, che non ha ancora toccato Torino”.

Altre ipotesi allo studio, il coinvolgimento dell’Arcidiocesi di Torino e degli editori Cattolici italiani e internazionali; un approfondimento del rapporto fra libro, musica e testo Sacro, che potrebbe portare a Torino il Coro della Cappella Sistina e “naturalmente la presentazione di un libro di Papa Francesco, che potrebbe essere – si sottolinea – ulteriormente valorizzata dal suo possibile intervento a Torino”.

All’incontro sono intervenuti anche l’Assessore Regionale alla Cultura Michele Coppola, il Presidente del Salone Rolando Picchioni e il Direttore Editoriale Ernesto Ferrero.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login