Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Etiopia: inaugurata chiesa

Edizione del: 15 dicembre 2013

Abbà Angelo Antolini, OFM Cap., Prefetto Apostolico di Robe, comunica che di recente è stata inaugurata una nuova chiesetta nel villaggio di Herero.

“La comunità attuale è di una ragazza Cattolica che insegna all’Asilo e di altre 5 persone che stanno seguendo le prime catechesi. Sono Responsabili della comunità 2 Missionari della Congregazione Religiosa africana degli Apostoli di Gesù, che vivono ad Adaba a 9 km da Herero”.

Herero ha una popolazione di 6mila abitanti di etnia Oromo, la religione predominate è l’Islam.

La presenza Cristiana è rappresentata da una minoranza della Chiesa Ortodossa e da sporadiche Cappelle di varie denominazioni Protestanti.

“La Chiesa Cattolica – continua Abbà Antolini – è presente con una piccola comunità di fedeli. Fin dal 2005 aveva costruito una scuola ed un asilo, che poi ha consegnato al Governo per le necessità didattiche della città stessa. Nel 2010 il Governo ha contribuito con l’assegnazione di un nuovo terreno di 8mila metri quadri in un’area riservata nel piano regolatore della città. Nel terreno, assolutamente vergine, situato sulla destra, all’ingresso della città, in direzione Bale, abbiamo già costruito un Asilo infantile e una Cappella per la piccola comunità Cattolica nascente. Ora ci è stato assegnato un altro terreno adiacente all’Asilo Infantile, di 15mila metri quadri, per realizzare le strutture scolastiche della scuola primaria”, aggiunge il Prefetto Apostolico.

La peculiare posizione geografica, a 2.400 metri sul livello del mare, su un altopiano pianeggiante, rende la regione straordinariamente fertile, con produzione estensiva di cereali.

Le terre sono prevalentemente private, coltivate da una popolazione che solo da 30 anni conosce l’agricoltura, essendo precedentemente tutto il territorio adibito a pascoli.

“Ad Herero c’è anche una importante grande azienda agricola statale di 10.000 ettari coltivati a cereali e colza” conclude il Missionario Cappuccino.


Autore: 

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti e al Sindacato Nazionale Critici Cinematografici, prima di approdare a questa redazione (settembre 2013) ha collaborato con altre testate giornalistiche nazionali e toscane, occupandosi oltre che di cinema anche di spettacolo e cronaca.

You must be logged in to post a comment Login