Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Don Lorefice nuovo Arcivescovo di Palermo

Edizione del: 28 ottobre 2015

IMG_5281Il Santo Padre Francesco ha nominato il nuovo Arcivescovo di Palermo, successore del Cardinale Paolo Romeo, che è stato alla guida della Chiesa palermitana dal 2006: è don Corrado Lorefice, figlio della Chiesa di Noto.

Lo ha annunciato, ieri, il Vescovo di Noto, S. E. Mons. Antonio Staglianò.

La notizia dell’elezione di don Corrado Lorefice ad Arcivescovo di Palermo ha suscitato viva emozione e gioia nella Chiesa di Noto, dove don Corrado riscuote viva simpatia e profonda stima.

Don Corrado Lorefice, nato a Ispica il 12 ottobre 1962, è stato chiamato al servizio dell’eletta Chiesa di Palermo, dopo aver esercitato, fin dal 30 dicembre 1987, anno della sua Ordinazione Presbiterale, un generoso ministero nella Chiesa netina.

Gli incarichi più recenti, lo hanno visto Parroco nella Chiesa Madre di S. Pietro e nella parrocchia di S. Paolo al Carmine nel Vicariato di Modica, Vicario Episcopale per la Pastorale, nonché Docente di Teologia Morale presso lo Studio Teologico S. Paolo di Catania.

Grande emozione anche del Vescovo di Noto Mons. A. Staglianò: “Questa notizia riempie l’animo di tutti noi d’immensa gioia. Per la seconda volta il Papa elegge un figlio di quest’amata Chiesa di Noto come Pastore di una diocesi di Sicilia, perché ‘si allarghino gli spazi della carità’, S. Agostino. L’occasione impegna tutti a elevare la nostra gratitudine al Signore per aver avuto don Corrado in mezzo a noi come Presbitero, Parroco e Docente di Teologia Morale presso lo Studio Teologico S. Paolo di Catania durante gli anni del suo ministero. Personalmente ho anche potuto beneficiare della sua stretta collaborazione come Vicario Episcopale, per il Clero, e, negli ultimi 2 anni, per la Pastorale, verificando più da vicino, anzitutto, il suo amore per Gesù e per la Chiesa, poi, la sua passione e dedizione all’evangelizzazione, infine, la sua schietta amicizia, fraterna e filiale, nel portare avanti senza stancarsi le fatiche pastorali della nostra diocesi. Invito tutti a elevare la preghiera personale e comunitaria perché Corrado, figlio di questa diocesi, possa essere un pastore zelante, generoso e lungimirante per la Chiesa sorella di Palermo”.

You must be logged in to post a comment Login