Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Don Bosco arriva a Milano in tram

Edizione del: 3 febbraio 2014

Dopo avere fatto il giro del mondo, don Giovanni Bosco è tornato in Italia dopo aver girato il mondo, e spettacolare è stato l’arrivo a Milano.

La peregrinazione dell’urna di San Giovanni Bosco è partita nel 2009 da Torino.

Da allora ha attraversato 130 paesi del mondo e ha toccato 5 continenti, percorrendo migliaia di chilometri.

Dopo avere fatto il suo ingresso in diocesi a Varese, venerdì 31 gennaio, nella Basilica di San Vittore, e a Lecco, sabato 1 febbraio, in mattinata, nella Basilica di San Nicolò, don Bosco è giunto nel cuore del Capoluogo lombardo a bordo di un tram, proprio come fosse un cittadino di Milano.

Le “5 giornate di Milano”, che si concluderanno domani, sono una grande e lunga festa a conferma dell’affetto che a 200 anni dalla nascita, don Bosco è ancora in grado di suscitare.

L’urna, dal deposito dell’Atm di via Leoncavallo, è giunta  in piazza Fontana.

Qui è stato accolto dai ragazzi degli Oratori che lo hanno portato in processione fin sul sagrato del Duomo, dove gli hanno reso omaggio il Vicario Generale Monsignor Mario Delpini e l’Assessore all’Educazione del Comune di Milano, Francesco Cappelli, prima della celebrazione liturgica nella Cattedrale alla presenza dei catechisti della diocesi di Milano.

Sabato pomeriggio  la galleria del Corso, lungo Corso Vittorio Emanuele, è stata trasformata in una grande palestra all’aperto dove saranno proposti giochi e gare, come se ci si trovasse in un qualsiasi cortile racchiuso tra un campanile e una Canonica.

In tarda serata la “notte con Don Bosco” che si è conclus con una “passeggiata notturna” che ha accompagnato intorno alla mezzanottel’urna lungo le vie della movida cittadina dal Duomo alla Basilica di Sant’Agostino.

Altri momenti del programma sono statu il Musical “Affari pe’ Santi”, all’Auditorium Don Bosco in via Melchiorre Gioia, 50, domenica 2 febbraio, ore 14.30, e l’arrivo, oggi, al carcere Beccaria, lunedì 3 febbraio, ore 8.15.

L’urna quindi oggi sarà posta al centro della Cappella dell’Istituto Penale Minorile, dove alle 9, l’Arcivescovo Emerito, il Cardinale Dionigi Tettamanzi, celebrerà la Messa e somministrerà i sacramenti dell’Iniziazione Cristiana a 3 ragazzi che stanno scontando la pena nel carcere minorile.

Al termine della celebrazione, i ragazzi del Beccaria si racconteranno davanti ad un pubblico composto da coetanei.

Domani ultima giornata milanese di don Bosco.

L’urna tornerà in Duomo dove sono previste le visite in mattinata degli alunni e degli studenti delle scuole e nel pomeriggio dei ragazzi degli Oratori.

Momento culminante dell’ultima giornata milanese di don Bosco, la fiaccolata, guidata dal Vicario Episcopale per l’Evangelizzazione, Mons. Pierantonio Tremolada. Con questa Processione l’urna sarà trasferita nella Basilica di Sant’Ambrogio, tappa finale del tour cittadino.

Qui l’Arcivescovo di Milano, il Cardinale Angelo Scola, alle 21 celebrerà la Messa.

Dopo Milano, l’urna proseguirà nelle diocesi dell’Emilia Romagna, poi sarà in Lituania e infine tornerà a Torino dove nella seconda parte dell’anno cominceranno le celebrazioni per i 200 anni della nascita del Santo, 1815-2015.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login