Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Don Bonaiuto: dietro Halloween c’è diavolo

Edizione del: 29 ottobre 2013

Occhio alla zucca allo zolfo: dietro Halloween e “l’apparente carnevalata si nasconde in realtà lo zampino del diavolo”.

Lo afferma don Aldo Buonaiuto, Responsabile del Servizio anti-Sette della Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi, che spiega: “I gruppi legati al satanismo rievocano questa data come il capodanno del satanismo. Così dietro Halloween si nasconde un mondo tenebroso dove il diavolo fomenta le sue vittime e va a caccia di nuovi adepti da reclutare nell’esercito nel male”.

“E lo fa concretamente – mette in guardia il sacerdote anti-Sette – attraverso i maestri e i principi delle tenebre e tutte quelle realtà settarie che nulla hanno a che fare con le religioni. E si serve di apparenti feste che, però, si rivelano trappole”.

“Ogni anno – fa notare – nel periodo di Halloween tanti giovani perdono la vita o iniziano a comportarsi male in famiglia o a scuola, oppure si aggregano a gruppi che esaltano il mondo dell’autolesionismo e del macabro, fino a spingersi nelle gabbie di Sette e a cadere nella violenza di ogni genere”.

“Attenzione soprattutto ai minori – è l’avvertimento di don Buonaiuto – non bisogna banalizzare questi fenomeni dinanzi agli adolescenti che vanno alla ricerca di incontri suggestivi. Il Cristiano deve rifiutare Halloween, perché il 31 ottobre è la vigilia della festa di tutti i Santi. Invece di adorare teschi e fantasmi esaltando lo spiritismo – conclude il Religioso – concentriamoci sulla testimonianza di persone che hanno dato la propria vita per gli altri. Insomma: più preghiere e meno maschere di sangue”.

“Molte persone non conoscono e non immaginano ciò che si nasconde dietro Halloween. I gruppi legati al satanismo, alle realtà magico-esoteriche, neo-pagane e stregoniche come la Wicca, rievocano questa data come il capodanno di satana. Le cronache riportano sempre più frequentemente i misfatti che avvengono durante la notte tra ottobre e novembre: innumerevoli riti malefici, profanazioni di camposanti, furti di ostie consacrate, sacrifici di animali, vere e proprie Messe nere”, avverte sempre don Aldo Bonaiuto, in un articolo che appare su Roma sette.it, il sito della diocesi di Roma.

“Per i seguaci dell’occulto – spiega don Bonaiuto – è la grande occasione per adescare nuovi adepti, cercando delle vittime per obiettivi nefasti e pericolosi. I ragazzi e i giovani sono i più esposti a causa di incontri ‘festaioli’ che in certi casi possono diventare vere e proprie trappole infernali. Coloro che sottovalutano il fenomeno di fatto lo promuovono, permettendo di celebrare queste miserie addirittura negli ambiti educativi, fino ad arrivare alle aule di catechismo”.

Per questo, spiega, ci sono iniziative a tappeto da parte delle diocesi italiane: “Sono in aumento le diocesi, parrocchie, Associazioni e semplici educatori che avanzano la proposta di opporsi ad Halloween tornando a celebrare la festa di Tutti i Santi. Santi che hanno l’indubbio merito di essere persone di grande esempio morale, realmente vissute e non creature partorite da chissà quale mente malata o da qualche lontana usanza pagana”.

Per la sera del 31 ottobre, in molte città, si svolgono Messe, Veglie di Preghiera e Adorazioni.

Tra queste “La notte dei Santi” a Roma nel teatro Orione e l’omonima iniziativa di Torino presso la chiesa Gran Madre di Dio così come “Una luce nella notte” organizzata da Chiara Amirante di Nuovi Orizzonti in diverse città italiane, oppure “HolyWin”, iniziativa con una Veglia di Preghiera e Messa presso il Santuario della Santa Casa di Loreto con la Comunità Papa Giovanni XXIII ed altri Movimenti.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login