Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Dolore Papa per morte clochard

Edizione del: 15 dicembre 2013

Il Papa è rimasto profondamente addolorato nell’apprendere che un clochard è stato trovato morto nel parcheggio del Gianicolo, a ridosso di Piazza San Pietro.

Rammaricato per il silenzio sul fatto, proprio Bergoglio nel suo recente documento l’Evangelii Gaudium, ha denunciato come la morte di un senzatetto non faccia notizia.

Del resto il tema dell’attenzione verso i poveri, gli emarginati, i senzatetto, ricorre spesso nelle parole di Francesco.

Lo scorso 22 marzo, in uno dei primi atti ufficiali del suo Pontificato, l’Udienza concessa al Corpo Diplomatico accreditato presso la Santa Sede, il Pontefice aveva detto: “Quanti poveri ci sono ancora nel mondo! E quanta sofferenza incontrano queste persone! Sull’esempio di Francesco d’Assisi, la Chiesa ha sempre cercato di avere cura, di custodire, in ogni angolo della terra, chi soffre per l’indigenza e penso che in molti dei vostri Paesi possiate constatare la generosa opera di quei cristiani che si adoperano per aiutare i malati, gli orfani, i senzatetto e tutti coloro che sono emarginati”.

Anche nell’Esortazione Apostolica “Evangelii Gaudium”, Papa Francesco ha fatto di recente riferimento ai “più deboli: i senzatetto, i tossicodipendenti, i rifugiati, i popoli indigeni, gli anziani sempre più soli e abbandonati”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login