Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Dio è giovane: saggio sul Cristianesimo

Edizione del: 24 ottobre 2013

Riflessioni e meditazioni sul Vangelo di Matteo per spiegare che Dio è giovane, non perché abbia un’età, ma perché il suo amore fa nuove tutte le cose, restituisce vigore a chi è nella rassegnazione e ridona speranza a quanti sono schiacciati dalla disperazione.

E’ “Dio è giovane. Settanta sette volte sette buoni motivi per crederci”, saggio di Riccardo Clementi, già Autore di una biografia di Giorgio La Pira, edito da Mauro Pagliai per la collana “Le ragioni dell’Occidente”.

Un testo, spiega lo stesso Clementi, “per capire, come ripete Papa Francesco, che non possiamo farci rubare la speranza, perché il Cristianesimo è giovinezza da vivere in pienezza e da annunciare con gioia ai fratelli e alle sorelle di questo mondo”.

Il volume, preceduto dalla prefazione di Padre Serafino Tognetti della Comunità dei Figli di Dio e dalla lettera all’autore firmata da Sorella Costanza Pagliai, raccoglie anche contributi di Mauro Barsi, Fondatore di Agata Smeralda, Marco e Simonetta Batistini della Comunità Neocatecumenale di Pontassieve, Samuele e Alessandra Benedetti e don Maurizio Del Bue della Fraternità Cristo Sposo di Cavriglia; Domenico Bova della Cappella Universitaria di Siena; Andrea Cecchi, Diacono a Pontassieve e Animatore dell’Equipe Notre Dame nella provincia fiorentina; Andrea Fagioli, Direttore di Toscana Oggi; Flavio Giannetti, Fondatore dell’Azienda Agricola La Valle del Sasso, don Alessandro Lombardi, Responsabile della Pastorale Giovanile dell’Arcidiocesi di Firenze; Gabriele Pecchioli, Presidente dell’Opera per la Gioventù Giorgio La Pira; Antonello Riccelli, Presidente dell’Ucsi Toscana; Alberto Sacchetti, Giornalista e Scrittore.

Il saggio è dedicato a Pino Arpioni, Fondatore dell’Opera per la Gioventù Giorgio La Pira, nel decennale della sua morte avvenuta il 3 dicembre 2003.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login