Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Dies Annualis del Tribunale Ecclesiastico regionale Etrusco

Edizione del: 29 maggio 2015

Per il Tribunale ecclesiastico regionale Etrusco, quello della Toscana, come ricorda il Moderatore, Cardinale Giuseppe Betori, “è chiara la propria funzione pastorale nel venire incontro a tante realtà di sofferenza attraverso la giustizia della Chiesa. È un servizio al matrimonio, non il contrario”.

E’ quanto emerso nel corso dell’ultimo “Dies Annualis”,  incontro annuale per fare il bilancio dell’attività svolta dal Tribunale.

Agli operatori – giudici, avvocati, consulenti – il Cardinale ha rivolto l’invito ad essere “strumenti della misericordia e della grazia di Dio che vuole far luce sull’amore dei coniugi. Avete un compito tutt’altro che marginale in questo momento. A voi compete un giudizio equo in tempi rapidi, una scrupolosa attenzione e una giusta sollecitudine per una giustizia verso gli uomini e la Chiesa stessa”.

Il Vicario giudiziale, Monsignor Roberto Malpelo, sacerdote della diocesi di Montepulciano- Chiusi-Pienza, lamenta che anche all’interno della comunità ecclesiale a volte si fraintenda e non si apprezzi il lavoro e il ruolo del Tribunale ecclesiastico, che rimane quello di tutelare e proteggere il matrimonio nella sua più profonda verità. Importante anche il servizio di consulenza indicativa, tecnica, che aiuta i fedeli ad accostarsi ad una verifica del proprio matrimonio.

Nel 2014 il Tribunale ecclesiastico regionale etrusco ha concluso 177 cause di nullità di cui 153 con sentenza affermativa (tra cui una seguita da riconciliazione delle parti) e 13 con sentenza negativa.

Le cause da concludere sono 489, tra le residue dell’anno precedente e quelle del 2014.

Tra le cause di nullità prevale quella che può essere tradotta con l’incapacità di comprendere fino in fondo il passo matrimoniale a cui segue l’esclusione dell’indissolubilità e l’esclusione della prole.

 Il numero principale di cause nel 2014 è arrivato dalla diocesi di Firenze (35), seguita da Lucca (15), San Miniato (14) e Pisa (13).

Per quanto riguarda la funzione di appello per cause che provengono dagli omologhi tribunali Piceno e Umbro, al momento sono 352 quelle in corso, mentre sono 227 quelle concluse nel 2014.

Maggiori informazioni, statistiche e  sui costi delle cause, abbattuti grazie anche ai finanziamenti provenienti dall’8×1000,  sul sito ufficiale www.teretrusco.it

Intervista e riprese di Franco Mariani.


Autore: 

Franco Mariani, direttore di News Cattoliche, classe 1964, giornalista, ha cominciato ad occuparsi di giornalismo nel 1978, a 14 anni, l’anno dei tre Papi, scrivendo per alcuni settimanali cattolici, passando poi a quotidiani, televisioni, radio e web. E’ giornalista Vaticanista, critico cinematografico ed esperto dell’Alluvione di Firenze del 1966 e dello Zecchino d’Oro. Ha frequentato la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale di Firenze. In seno al Sindacato unitario dei giornalisti ha ricoperto vari incarichi regionali e nazionali. E’ direttore di varie testate e ha pubblicato diversi libri sulla storia del papato e di Firenze. E’ Cavaliere di Merito dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio.

You must be logged in to post a comment Login