Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Dalle Marche a Fatima a cavallo

Edizione del: 14 agosto 2013

Un Pellegrinaggio a cavallo dalle Marche a Fatima, passando per Lourdes e Santiago di Compostela: 8 mila km in poco più di tre mesi fra Francia, Spagna e Portogallo, dedicati a “Papa Francesco”: perché “la fede significa ribaltare completamente ciò che si è, e vi assicuro che non è facile”.

Raffaele Pierotti, 45 anni, di Cagli, ha chiuso il maneggio che gestiva a Ca’Rio, e il 6 aprile scorso, ed è partito in sella alla cavalla “Oana”, “piccola e tozza, coraggiosa e ordinaria”, per un viaggio spirituale che si è concluso pochi giorni fa nel Santuario di Fatima.

“Era da tempo che pensavo di farlo, anche perché sto lavorando a un libro sul turismo equestre. Non è stato facile, la cavalla è stanchissima, ma ho calpestato e strapazzato dentro di me le mie miserie e le mie pochezze di uomo: nulla mi ha distolto, tutto mi ha rafforzato. Comprese le domande della gente che incontravo, che mi chiedeva il perché di questo viaggio”.

Pierotti ha cavalcato lungo i sentieri di montagna meno conosciuti, con una borraccia, un sacco a pelo e una bisaccia piena di “formaggio sardo, pane carasau, lardo, prosciutto e pancetta”.

Quaranta chili di peso, che spesso lo hanno spinto ad andare avanti a piedi, per non strapazzare troppo Oana, ricoverata di volta in volta in qualche maneggio o in una stalla di contadini.

Ad Oporto ha cercato un furgone per tornare nelle Marche con la fedele cavalla.

Cavalla che, guarda caso, è nata vicino all’Eremo di Fonte Avellana, il rifugio di San Pier Damiani, quello cantato da Dante.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login