Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

CZ: Arciv. incontra 4 settori Pastorali

Edizione del: 26 settembre 2013

E’ iniziata lunedì 23 settembre, e si concluderà oggi, la presentazione del Cammino Pastorale da parte dell’Arcivescovo Metropolita di Catanzaro-Squillace, Mons. Vincenzo Bertolone, nei 4 settori Pastorali della diocesi.

Un incontro con i Presbiteri, i Diaconi, i fedeli delle comunità parrocchiali e con gli Organismi di partecipazione Ecclesiale, per dettare delle linee guida sul Cammino Pastorale che avrà come tema “La misericordia e le sue opere”.

Lunedì, 23 settembre, l’incontro si è tenuto nella parrocchia di “Mater Domini” di Catanzaro e coinvolgerà la zona Pastorale con le Foranie ovest, centro e nord della città.

Martedì 24 settembre, nella parrocchia di “S. Antonio di Padova” in Cropani Marina, l’Arcivescovo incontrerà il settore nord della Diocesi rappresentato dalle Foranie di Sersale e Taverna-Gimigliano.

Il settore sud della diocesi, che comprende le Foranie di Soverato, Chiaravalle e Serra San Bruno, si radunerà mercoledì 25 settembre, alle ore 17.30, nella parrocchia “Maria Immacolata” in Soverato.

L’ultimo incontro si terrà oggi, giovedì 26 settembre, alle ore 17.30, nella parrocchia “Santa Maria della Roccella” in Roccelletta di Borgia con il settore est delle Foranie di Catanzaro sud e Squillace.

Il 19 settembre scorso, aprendo i lavori del Convegno Pastorale sul tema “La misericordia e le sue opere”, l’Arcivescovo Bertolone ha ribadito che “salvare e custodire il buono ed il bene, significa fare opere di misericordia, cioè opere a vantaggio dell’uomo fatto di carne e di sangue, ma fatto anche di spirito, di anima, di desideri, passioni, gusto del bello… Fare le opere di misericordia – ha detto Mons. Bertolone – è essere come il Buon Samaritano, nel quale si identifica Gesù: è lui che, senza fare distinzioni tra peccatore e giusto, nemico o amico, correligionario o non, l’uomo che si china, soccorre, lenisce le ferite, mette a disposizione il proprio denaro, rinvia affari urgenti e importanti… per essere misericordioso verso il prossimo”.

Un cammino che l’Arcidiocesi Metropolitana di Catanzaro-Squillace è invitata a compiere in quest’Anno Pastorale 2013-2014, per dare un segno visibile di una comunità che desidera promuovere la centralità della persona e il bene comune.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login