Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Ctv: archiviazione immagini 3 Papi

Edizione del: 28 giugno 2013

L’archiviazione digitale delle immagini televisive dei Pontefici degli ultimi 30 anni, Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco e un accordo con Canal 21, emittente dell’Arcidiocesi di Buenos Aires, per l’acquisizione delle immagini del Cardinale Jorge Bergoglio.

Sono le novità del Centro Televisivo Vaticano, presentate ieri in una conferenza stampa, tra gli altri, dall’Arcivescovo Claudio Maria Celli, Presidente del Consiglio d’Amministrazione del Ctv e da Mons. Dario Viganò, Direttore Generale del Centro.

Il Centro Televisivo Vaticano, nell’ottica della completa digitalizzazione dei segnali televisivi, già iniziata con l’acquisizione della regia mobile in alta definizione, sta procedendo, in collaborazione con Sony, alla realizzazione della nuova Master Control Room, ovvero del centro di smistamento dei segnali ubicato all’ultimo piano della Palazzina Ctv all’interno del Vaticano.

Questa nuova struttura, tecnologicamente avanzata, permetterà di iniziare il processo di trasformazione e trattamento dei segnali come “files” con indubbi vantaggi per lo scambio e l’archiviazione degli stessi.

Il flusso di lavoro, dalla ripresa fino all’archiviazione, passando per l’editing, diverrà “tapeless” ovvero senza più l’utilizzo di nastri magnetici, che rimangono, come noto, il punto debole per la creazione ed il mantenimento di archivi preziosi come quello del Ctv, che vede al proprio interno 30 anni di immagini dei Pontificati di Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Papa Francesco.

In questa ottica si inserisce anche l’accordo con Canal 21, che permette al Ctv di acquisire e distribuire per l’Italia e l’Europa il cospicuo archivio dell’emittente argentina riguardante l’attività del Cardinale Bergoglio fino al 13 marzo 2013, giorno della sua elezione al Soglio di Pietro.

Il direttore di Canal 21, Julio Rimoldi, ha riferito la ‘genesi’ che ha portato alla nascita della tv diocesana che, sottolinea con un sorriso, “ora è diventata la tv del Papa”. E riferisce che “il Cardinale Bergoglio, con il quale abbiamo avuto diversi incontri, alcuni anche un po’ concitati, guardava poco e niente la televisione ma capiva la sua importanza come fonte di evangelizzazione e come mezzo per far conoscere e ampliare il messaggio della Chiesa nel mondo”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login