Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Crocifisso rubato ritrovato al Compro-Oro

Edizione del: 27 gennaio 2014

Rubato e ritrovato un pregiato Crocifisso in ottone della chiesa di San Gervasio (Belluno) asportato giovedì 16 gennaio e denunciato ai Carabinieri dal parroco, don Andrea Benito Tison, il giorno successivo.

Si tratta di un manufatto di un certo valore risalente al XVIII secolo che era posizionato sopra all’altare.

L’indagini dei Carabinieri della Compagnia di Belluno ha ben presto dato i suoi frutti e dopo pochissimi giorni il Crocifisso è stato ritrovato e riconsegnato al parroco.

La responsabile del furto è risultata essere una donna di 32 anni, originaria di San Candido in provincia di Bolzano, già nota alle Forze dell’Ordine per reati contro il patrimonio.

La donna aveva tentato di venderlo a una cifra fra i 400 e i 500 euro ad un negozio Compro Oro di Ponte nelle Alpi insospettendo il gestore.

Ed è stato questo il passo falso che ha permesso agli inquirenti di giungere alla soluzione del caso.

Il parroco l’ha già risistemato sull’altare, che non è quello principale dove ce n’è un altro, prendendo qualche provvedimento sul piano della sicurezza: “La nostra chiesa è aperta ogni santo giorno, dalle 7 del mattino alle 7 di sera e continuerà a esserlo, almeno fino a quando qui ci sarò io. Voglio che i nostri fedeli possano continuare ad avere un luogo di raccoglimento per una preghiera o una confessione. Il furto è avvenuto per forza in questo lasso di tempo. Non è per niente il caso che dica cosa abbiamo deciso di fare, perché sarebbe un aiuto a eventuali malintenzionati, ma un intervento c’è stato e mi auguro che scoraggi altri episodi di questo tipo, che hanno addolorato sia me che la nostra comunità. Siamo felici che i Militari dell’Arma abbiamo risolto una situazione molto sgradevole. Eravamo tutti molto in ansia”.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login