Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Crac Slovenia: Papa rimuove Vescovi

Edizione del: 1 agosto 2013

Papa Francesco ha accettato le dimissioni dell’Arcivescovo di Lubiana Mons. Anton Stres e di quello di Maribor, Mons. Marjan Turnsek.

Entrambe le rinunce, sono state presentate per il comma 2 del canone 401 del Codice di Diritto Canonico, dopo il dissesto finanziario della diocesi di Maribor per 900 milioni di euro.

Per assicurare un Governo regolare alle due diocesi, riferisce la Nunziatura in Slovenia, il Papa ha nominato il Vescovo di Novo Mesto, Mons. Andrej Glavan, Amministratore Apostolico dell’Arcidiocesi di Lubiana, e il Vescovo di Celje, Mons. Stanislav Lipovsek, Amministratore Apostolico dell’Arcidiocesi di Maribor

La Chiesa slovena cambia anche i vertici della propria Conferenza Episcopale, Ces, che, dopo le dimissioni dei Vescovi di Lubiana e Maribor, ha eletto la nuova presidenza.

Presidente della Ces è stato nominato Mons. Andrej Glavan, Vescovo di Novo Mesto e nuovo Reggente dell’Arcidiocesi di Lubiana; il vice-Presidente è Stanislav Lipovsek, Vescovo di Celje e Reggente dell’Arcidiocesi di Maribor

“Mi dimetto perché lo scoppio della bolla finanziaria in seno all’Arcidiocesi di Maribor sta gettando un cono d’ombra sulla Chiesa slovena. Non ho mai detto che non abbia alcuna responsabilità, ma io e Turnsek non siamo i colpevoli principali”, ha affermato l’Arcivescovo di Lubiana, Anton Stres, durante una conferenza stampa.

Stres ha dichiarato che parte della responsabilità per il crac finanziario dell’Arcidiocesi di Maribor è ricaduto anche su di lui: “La causa del dissesto finanziario è stata la gestione delle holding finanziarie Zvon 1 e Zvon 2”.

Turnsek ha ribadito, che le sue funzioni nell’Arcidiocesi lo ricollegavano a quanto successo.

Le dimissioni, secondo lui, aiuteranno il Successore a riprendere il lavoro “senza il peso del passato”.

In una nota diffusa dall’emittente radiofonica diocesana, Radio Ognjisce, l’Arcivescovo Anton Stres dichiara che il crack finanziario di Maribor “getta un cono d’ombra sull’operato della Chiesa slovena già da due anni”.

“Partendo dal presupposto – precisa il Prelato – di aver ricoperto cariche importanti nella diocesi, e successivamente Arcidiocesi di Maribor, ho delle responsabilità per quanto accaduto. Per questo ho accettato l’invito di Papa Francesco di rimettere il mio incarico attuale, invito che è giunto a me il 29 aprile di quest’anno”.

Stres rammaricandosi per quanto accaduto e ribadendo che lui e l’Arcivescovo Turnsek non sono i principali colpevoli della situazione creatasi, ma chiedendo perdono a “tutti quelli che hanno risentito degli investimenti sbagliati dell’Arcidiocesi di Maribor”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login