Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Con Papa Francesco è aumentata la Fede del 69 per cento

Edizione del: 14 marzo 2014

Pellegrini Papa FrancescoUn sondaggio on line tra i lettori di Famiglia Cristiana e Credere, lanciato in occasione del primo anno dall’inizio del Pontificato di Papa Francesco, evidenzia che il 69%, dei credenti ha aumentato la Fede, il 39% va di più in chiesa e il 57% prega di più.

D’aiuto nel riscoprire la fede sono state alcune parole chiave di Papa Bergoglio come “gioia” e non “dovere”, sobrietà di vita, apertura agli altri. E con la fede si rafforza la vita di Chiesa.

Dal sondaggio emerge un’ondata di entusiasmo e affetto nei confronti del Pontefice e anche un’effettiva incidenza delle sue parole nell’orientare l’esistenza delle persone: ben 7 lettori su 10 dicono infatti che le parole di Francesco “hanno avuto un’influenza di cambiamento sulla loro vita” e il 58% dice di aver “riscoperto la fede come gioia e non come dovere” mentre il 27% adotta “uno stile di vita più sobrio”, e il 22% afferma addirittura di “voler più bene agli altri”.

L’effetto Francesco si registra anche con un aumento di partecipazione alla vita della Chiesa e di accostamento ai Sacramenti: quasi 4 su 10 assicurano che da quando c’è questo Papa frequentano di più la chiesa.

Bergoglio è percepito dai lettori come “spontaneo”, “comunicatore” e “innovatore”.

Delle sue parole colpisce soprattutto il messaggio di misericordia e accoglienza e il suo indicare alla Chiesa la missione di “curare le ferite” e “riscaldare il cuore dei fedeli”, ma anche l’auspicio di “una Chiesa povera per i poveri”.

E, infatti, i personaggi della letteratura e del cinema che i lettori associano più volentieri a Papa Francesco sono don Camillo, il parroco saggio, risoluto e capace di dialogare con tutti, e Robin Hood, il difensore dei poveri.

E se facesse un altro mestiere, per la gente sarebbe un insegnante, 53%, lavoro che peraltro ha svolto davvero in gioventù.

La gente a Papa Francesco chiede di “realizzare l’Unità dei Cristiani”, 36%, di “fare una riforma radicale della Curia e della Banca Vaticana”, 35%, seguito, ma a lunga distanza, dal desiderio che conceda la Comunione ai divorziati, 13%.

I gesti più apprezzati in quest’anno di Pontificato sono quelli che fanno percepire Francesco attento al prossimo e agli umili.

In particolare, hanno colpito le sue telefonate agli amici appena eletto, 33%; la decisione di abitare a Santa Marta e non nel Palazzo Apostolico, 21%, e poi la visita a Lampedusa tra i migranti, 18%.

E se Francesco non fosse Papa un Cattolico su due lo vorrebbe come “Consigliere Spirituale” e 1 su 4 come “migliore amico”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login