Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Colombia: Chiesa contro violenza

Edizione del: 13 gennaio 2014

Una grande folla ha partecipato a Cali (Colombia) alla marcia contro la nuova ondata di violenza.

L’iniziativa è stata promossa dalla Chiesa locale per dimostrare solidarietà alla famiglia di Fabiola Ruiz, la lavoratrice domestica uccisa il 31 dicembre 2013 nella propria casa per mano di 2 sicari.

Numerosi fedeli hanno marciato e pregato insieme, con una candela e un rosario in mano, dalla parrocchia del quartiere dove viveva la donna, nell’Alto Giordano fino al luogo dove è stato commesso l’omicidio.

Una nota ricorda l’impegno dell’Arcivescovo di Cali, Mons. Dario de Jesus Monsalve, per la non violenza.

Alla stampa locale ha detto che “la nostra marcia è un modo di dire basta alla violenza partendo dalla nostra fede. Noi non ci fermiamo, vogliamo coinvolgere tutta la comunità a fermare questa ondata di violenza”.

Alla fine di settembre l’Arcivescovo aveva denunciato con forza la violenza contro i sacerdoti, dopo l’omicidio del parroco e del vice-parroco di San Sebastián di Roldanillo.

Da un rapporto pubblicato dalla stampa locale, risulta che nei primi 6 giorni del 2014 a Cali sono state uccise 25 persone in episodi isolati, fra cui 4 minorenni.

Solo nel 2013 ci sono stati più di 1.900 omicidi, di cui 1.600 commessi con armi da fuoco.

La vendetta è stata la causa principale, seguita dagli scontri 3 bande.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login