Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Cei: 3 milioni per Filippine

Edizione del: 12 novembre 2013

I Vescovi italiani hanno stanziato 3 milioni di euro di fondi derivanti dall’Otto per Mille, da destinarsi alla prima emergenza per le vittime e i danni che ha colpito le Filippine, lasciando dietro di sé decine di migliaia di morti, feriti e dispersi mentre la Caritas ha inviato 100mila euro.

Il disastro, spiega la Caritas, si configura come “un’emergenza umanitaria di massa”, di altissimo livello per devastazione e complessità, vista l’alta densità della popolazione e la vastità del territorio colpito.

Moltissime regioni interne non sono ancora state raggiunte dai soccorritori, rafforzando la probabilità che il numero delle vittime e l’entità dei danni siano destinati a crescere.

La regione centrale delle Filippine, il gruppo di grandi isole Visayas, già recentemente colpita da un grave terremoto nell’isola di Bohol, è storicamente quella più a rischio di tempeste tropicali, anche per la scarsa qualità delle abitazioni.

Il devastante tifone Haiyan, ha colpito proprio le isole più povere del gruppo delle Visayas, quelle meno raggiungibili anche logisticamente, Samar in particolare e Leyte.

Più di 4 milioni di persone avrebbero perso tutto.

Hanno abbandonato le proprie case distrutte e si sono rifugiati in ripari di fortuna.

I danni alle infrastrutture sarebbero incalcolabili: numerose frane hanno distrutto linee elettriche e strade, manca l’acqua potabile in numerose provincie, le comunicazioni sono completamente interrotte in ampie porzioni di territorio.


Autore: 

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti e al Sindacato Nazionale Critici Cinematografici, prima di approdare a questa redazione (settembre 2013) ha collaborato con altre testate giornalistiche nazionali e toscane, occupandosi oltre che di cinema anche di spettacolo e cronaca.

You must be logged in to post a comment Login