Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Cattolici-Ebrei: né Antisemiti né Anticristiani

Edizione del: 20 ottobre 2013

Cattolici-Ebrei: né Antisemiti né Anticristiani. Queste due importanti prese di posizione si ritrovano nella dichiarazione congiunta del 22mo incontro del Comitato Cattolico-Ebreo, svoltosi a Madrid dal 13 al 16 ottobre e di cui la Sala Stampa della Santa Sede ha fornito un ampio testo.

Gli “insegnamenti Antisemiti siano eliminati dalle preghiere e dai libri di testo in tutto il mondo. Allo stesso modo, qualsiasi espressione di sentimenti Anticristiani è ugualmente inaccettabile”.

Il Comitato ha affrontato temi quali la “comune eredità” di Cattolici e Ebrei; “la Libertà Religiosa”; “le persecuzioni dei Cristiani”; “la crescita dell’Antisemitismo” e l’ “educazione”.

Il Comitato è il Foro ufficiale per il Dialogo tra la Commissione della Santa Sede per le relazione con gli Ebrei e l’International Jewish Committee for Interreligious Consultations, IJCIC.

L’approfondimento del dialogo segue il cammino tracciato con la dichiarazione Nostra Aetate del Concilio Ecumenico Vaticano II, richiamata tra l’altro anche nel testo emesso a conclusione del 22mo incontro, nei giorni scorsi a Madrid.

A proposito della Libertà Religiosa, il testo congiunto chiede “ai Leader politici e ai Governanti, agli individui, ai Leader religiosi e alle Istituzioni, di agire per assicurare sicurezza fisica e protezione legale a tutti coloro che esercitano il fondamentale diritto alla Libertà Religiosa; di proteggere il diritto di cambiare o lasciare il proprio credo religioso; di educare i propri figli in accordo con il proprio credo”.

In merito alla persecuzione dei Cristiani, il testo firmato a Madrid chiede di “garantire piena cittadinanza a tutti i cittadini senza differenza di identità etnica o religiosa in Medio oriente” e “incoraggia gli sforzi di promuovere il benessere delle minoranze Cristiane e Ebraiche in tutto il Medio Oriente”.

A proposito della educazione, il testo raccomanda in particolare che tutti i Seminari Cattolici e Ebrei includano la conoscenza della Nostra Aetate.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login