Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Card. Tagle: Asia via del dialogo

Edizione del: 25 settembre 2013

Il Cardinale Luis Tagle, Arcivescovo di Manila, in una conversazione con i giornalisti a margine della conferenza “L’Asia e il futuro della Chiesa” nella sede della Civiltà Cattolica, ha affermato che “l’Asia e l’evangelizzazione dell’Asia è una delle più importanti sfide della Chiesa e del Pontificato di Papa Francesco”.

“Già 30 anni fa – spiega il Cardinale Tagle – i Vescovi asiatici hanno identificato che la Missione in Asia deve essere fatta nella modalità del dialogo attraverso 3 grandi filoni di dialogo: il dialogo con i poveri, il dialogo con le culture tradizionali ed emergenti, e dialogo con le religioni. In questi 30 anni ogni Chiesa dell’Asia ha tentato di seguire questo modo di fare la Missione e siamo lieti di avere un Papa che vuole perseguire questa via di dialogo. Non è facile – aggiunge – come minoranza dialogare con le grandi e antiche culture asiatiche ma è possibile”.

Per quanto riguarda il rapporto tra la Santa Sede e la Cina, l’Arcivescovo di Manila spiega che “la situazione è certamente molto cambiata dai tempi di Matteo Ricci ma ci sono lezioni che la Chiesa e il Vaticano oggi possono apprendere dal passato. Mi sembra – osserva – che le vie di inculturazione dei Gesuiti portino a una via valida anche adesso però con il cambio di culture e mentalità e di regime in Cina il Vaticano deve cercare le vie adatte in questa situazione”.

Il Cardinale Tagle ritiene comunque positiva in questo contesto la nomina dell’Arcivescovo Pietro Parolin, ex Nunzio in Venezuela, come Segretario di Stato.

“Siamo tutti contenti in Asia – fa sapere – che Parolin sia il nuovo Segretario perché lui ha aiutato molto la Chiesa nel Continente, in particolare nel rapporto con il Vietnam e ha anche dato inizio al negoziato con la Cina”.

Un viaggio di Papa Francesco in Asia, spiega quindi il Cardinale Tagle, “è un desiderio del Pontefice e noi speriamo molto che venga il giorno di una sua visita, l’ultima visita del Papa nelle Filippine è stata nel 1995”.

L’Arcivescovo di Manila racconta poi di come “la gente filippina abbia accolto Papa Francesco con amore, simpatia ed entusiasmo perché lui ha mostrato un volto della Chiesa che è molto vicino anche nell’esperienza e nella cultura asiatica. Noi, in Asia, diamo un valore molto alto al rapporto personale, ogni persona è importante, quando si incontra una persona tutto il mondo è concentrato in questa persona, per gli asiatici questa è una manifestazione di spiritualità della vicinanza del Signore, Papa Francesco ha colpito cuore e immaginazione dei fedeli”.


Autore: 

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti e al Sindacato Nazionale Critici Cinematografici, prima di approdare a questa redazione (settembre 2013) ha collaborato con altre testate giornalistiche nazionali e toscane, occupandosi oltre che di cinema anche di spettacolo e cronaca.

You must be logged in to post a comment Login