Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Card. Schoenborn su elezione Papa

Edizione del: 22 maggio 2013

L’Arcivescovo di Vienna, Cardinale Christoph Schoenborn, ha rivelato che sarebbero stati dei “segni” speciali a guidare i Cardinali nell’elezione, all’ultimo Conclave, del Gesuita Jorge Bergoglio al Soglio di Pietro.

L’Arcivescovo ne ha parlato nel corso in un incontro pubblico svoltosi nei giorni scorsi nella Royal Albert Hall, organizzato dalla Anglicana Holy Trinity Brompton church.

Nel corso della conferenza  Schoenborn ha spiegato che solo l’intercessione dello Spirito Santo potrebbe spiegare come sia avvenuto che il Conclave si orientasse così presto verso il Cardinale di Buenos Aires, il cui nome non era circolato nei pronostici del Conclave come quello di altri Cardinali, considerati possibili papabili.

Il Porporato austriaco, molto legato al Predecessore di Papa Francesco, Benedetto XVI, essendo stati uno dei suoi allievi a Ratisbona, si è detto sicuro che molti Cardinali abbiano ricevuto segni che suggerivano loro che Bergoglio fosse il prescelto.

Lo stesso Schoenborn del resto, ha affermato di aver ricevuto personalmente “due segni forti” che gli indicavano quella scelta.

“Noi – ha spiegato il Porporato viennese – siamo stati guidati dallo Spirito Santo verso quest’uomo che era seduto nell’ultimo angolo della Cappella Sistina: quest’uomo è il prescelto”.

“Io – ha aggiunto – ho ricevuto due forti segni: di uno posso parlare, dell’altro no perché è avvenuto nel Conclave. Si tratta di veri segni attraverso i quali il Signore mi indicava: E’ lui”.

Quello rivelato da Schoenborn riguarda un incontro con una coppia di latinoamericani suoi amici avvenuto dopo la Messa “Pro eligendo Pontifice”, celebrata dai Porporati in San Pietro la mattina del 12 marzo.

“Li ho incontrati fuori dalla Basilica – ha raccontato – e ho chiesto loro: ‘Voi avete lo Spirito Santo, potete darmi un consiglio per il Conclave che inizierà tra poche ore?’. La donna mi ha sussurrato nell’orecchio: ‘Bergoglio’, e questo mi ha molto colpito: se queste persone dicono ‘Bergoglio’, questa è l’indicazione dello Spirito Santo”.

Il secondo segnale, su cui vige il giuramento di segretezza, è arrivato per Schoenborn nel chiuso del Conclave che, grazie all’intervento divino, si è svolto “così velocemente”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login