Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Card. Dolan su sentenza gay

Edizione del: 1 luglio 2013

Timothy Dolan, Arcivescovo di New York e Presidente della Conferenza Episcopale Usa, e l’Arcivescovo Salvatore Cordileone di San Francisco, Presidente della Sottocommissione dei Vescovi statunitensi per la Promozione e la Difesa del Matrimonio, hanno commentato la Sentenza della Corte Suprema sulle nozze gay: “Un giorno tragico per il matrimonio e per la nostra Nazione”.

“La Corte Suprema – si legge nella dichiarazione riportata sul sito della Conferenza Episcopale Americana – ha commesso una profonda ingiustizia contro il popolo americano” e “ha sbagliato”.

“Il Governo Federale dovrebbe rispettare la verità che il matrimonio è l’unione di un uomo e di una donna, anche quando gli Stati non lo fanno. La salvaguardia della libertà e della giustizia richiede che tutte le Leggi, Federali e Statali, rispettino la verità, compresa la verità sul matrimonio”.

“Il bene comune di tutti, specialmente dei nostri figli – hanno continuato – dipende da una società che si sforzi di sostenere la verità del matrimonio. Ora è il momento di raddoppiare i nostri sforzi nella testimonianza di questa verità. Queste decisioni sono parte di un dibattito pubblico dalle grandi conseguenze. Il futuro del matrimonio e il benessere della nostra società sono in bilico”.

Il matrimonio, hanno aggiunto , “è l’unica Istituzione che riunisce un uomo e una donna per tutta la vita”.

“La differenza tra un uomo e una donna – hanno precisato – conta” e anche “la differenza tra una mamma e un papà conta”, ora “è il momento di rafforzare il matrimonio, non di ridefinirlo”.


Autore: 

You must be logged in to post a comment Login