Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Card. Coccopalmerio su riforma Diritto Penale

Edizione del: 3 marzo 2014

Cardinale CoccopalmerioIl Cardinale Francesco Coccopalmerio, Presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi, tenendo la prolusione dell’inaugurazione dell’Anno Giudiziario Ecclesiastico 2014 in Sicilia, ha detto che la riforma del Diritto Penale  rappresenta un  tema di Diritto Canonico “molto attuale nella Santa Sede”.

In particolare, il Porporato ha riferito che verrà meno la distinzione, soltanto formale, tra “pene medicinali” e “pene espiatorie”, ovvero, tra “pene che tendono alla conversione del reo” e “pene che puniscono il delitto in quanto tale”.

In realtà, ha chiarito il Cardinale Coccopalmerio, “tutte le pene del Diritto Canonico sono sia medicinali sia espiatorie e consistono nella sottrazione di un diritto, cioè, di un bene”.

Dunque, la riforma prevede una nuova catalogazione, che distingua semplicemente le pene in obblighi, proibizioni, privazioni e inabilitazioni.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login