Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Card. Coccopalmerio: serve Moderator Curiae

Edizione del: 3 giugno 2013

Il Cardinale Francesco Coccopalmerio, Presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi, rispondendo a domande dei giornalisti sulla Riforma della Curia  ha detto: “la Curia deve essere intesa essenzialmente come un aiuto al Papa per governare la Chiesa Universale perché da solo non può fare tutto ed ha quindi bisogno di alcuni soggetti di cui potersi avvalere. La Curia Romana è già molto efficiente, ma come tutte le cose umane è sempre soggetta a riforme”.

Ed è quindi possibile prevedere una figura tipo quella di un “Direttore Generale”, ovvero il  “Moderator Curiae”.

Quella del “Moderator Curiae”, ha sottolineato, “è un’attività che potrebbe essere svolta sia dal Segretario di Stato che dal suo Sostituto, anche se queste sono figure più rivolte all’esterno. Questa dovrebbe invece essere una figura più competente per la struttura della Curia e il suo ottimale funzionamento. Questi sono comunque tutti aspetti ancora in fase di definizione”.

Rispondendo a chi gli chiedeva se anche lo Ior potrebbe essere inserito in questa riforma della Curia, il Cardinale ha spiegato che “certamente potrebbe esserlo”.

Sullo Ior, ha concluso, “sono state dette tante cose che questo non merita. Un grande adeguamento dello Ior è stato fatto anche nel passato recente e dobbiamo avere una visione positiva di questo istituto che certamente fa molto bene, specie per quanto riguarda le Missioni”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login