Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Card. Bertone cerca casa

Edizione del: 22 maggio 2013

Mentre ancora non si conoscono i tempi del rinnovo degli incarichi chiave della Curia Romana e appare sempre più probabile che Papa Francesco proceda alla nomina del suo primo collaboratore dopo l’estate, il Cardinale Segretario di Stato provvisoriamente confermato nel suo incarico, il Cardinale Tarcisio Bertone, si starebbe già preoccupando di trovare un nuovo appartamento dove traslocare dopo il necessario abbandono delle stanze della Prima Loggia.

Al momento, però, in Vaticano, non risulterebbero appartamenti disponibili.

L’uso di un appartamento, secondo le consuetudini Vaticane, è prerogativa dei Presuli che ricoprono incarichi di vertice negli Organismi di Curia.

Ma il “Primo Ministro” Vaticano, il Presidente del Governatorato della Città del Vaticano e il Sostituto della Segreteria di Stato, in particolare, sono tenuti a lasciare l’abitazione data loro allo scadere dei propri incarichi.

Non sono certamente mancate eccezioni nel corso degli anni, come avvenne con il Segretario di Stato uscente di Paolo VI, Cardinale Amleto Cicognani che, ormai ultraottantenne, indugiava a liberare le sue stanze per far posto al Successore, il francese Jean Villot, dando luogo a una inusuale coabitazione tra i due Presuli.

Tuttavia, anche la scelta di Papa Bergoglio di vivere negli spazi ben più ristretti della Suite di Santa Marta rispetto all’ampiezza dell’appartamento che avrebbe dovuto accoglierlo nel Palazzo Apostolico, suggerisce a Cardinali e Prelati un più sobrio ridimensionamento anche nello stile abitativo.

Recentemente, nell’ “incastro” tra appartamenti e nomine, un’abitazione di tutto rispetto in Piazza della Città Leonina, recentemente restaurata, è stata assegnata, dopo che l’ha lasciata il Cardinale Attilio Nicora, a Lorenzo Baldisseri, Cardinale “in pectore”.

Baldisseri ha così lasciato la residenza di Santa Marta dove anche lui era “pensionante” dai giorni del Conclave, di cui è stato Segretario, e dove di fatto ha “convissuto” a fianco del Papa.

L’ex Nunzio in Brasile, continua tuttavia a recarvisi quotidianamente per la sua stretta collaborazione col Pontefice.

Un altro appartamento che si è liberato di recente, giusto di fronte alle Mura Vaticane, è quello dell’ex Segretario della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata, Joseph William Tobin.

Al suo posto, si è trasferito, Mons. Angelo Vincenzo Zani, nominato da Benedetto XVI nel novembre scorso Segretario della Congregazione per l’Educazione Cattolica.

Dell’abitazione all’interno del Vaticano dove risiedeva il Cardinale americano Edmund Casimir Szoka, che ha fatto rientro negli Stati Uniti, ha preso invece possesso l’ex Presidente del Governatorato, il Cardinale Giovanni Lajolo.

Dopo i recenti spostamenti, al momento ci sarebbe quindi una certa difficoltà a reperire un alloggio consono all’uso di un Cardinale.

Bertone si è già posto la questione ma quando ci sarà un nuovo Segretario di Stato, se non si sarà liberato nessun appartamento, non sarà comunque tenuto a fare le valigie dalla sera alla mattina.

Proprio Bertone, infatti, ha dovuto aspettare diverso tempo subentrando nel 2006 al Cardinale Angelo Sodano, affinché questi gli consentisse oltre che l’uso dell’ufficio anche quello dell’appartamento della Prima Loggia del Palazzo Apostolico.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login