Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Card. Bertello consulta Ministri Curia

Edizione del: 5 luglio 2013

Mentre si insedia la nuova Commissione Referente sullo Ior in questi giorni travolto dallo scandalo di Mons. Nunzio Scarano, va avanti il progetto di Papa Francesco finalizzato alla Riforma complessiva della Curia Romana.

Anche se si riunirà collegialmente a Roma ai primi di ottobre, il lavoro della Commissione di 8 Cardinali nominati da Bergoglio prosegue a tamburo battente.

La raccolta di informazioni, proposte e suggerimenti, di cui il Papa ha incaricato gli 8 Porporati, non avviene solo nelle Chiese locali sparse nei cinque Continenti ma riguarda la stessa Curia Vaticana.

E’ il Cardinale Giuseppe Bertello, Presidente del Governatorato della Città del Vaticano e Diplomatico di lungo corso, a condurre da giorni consultazioni tra i Capi dei Dicasteri.

A conclusione dei suoi “sondaggi” riferirà direttamente al Pontefice.

Il giro di consultazioni è ancora alle fasi preliminari ma si propone di raccogliere le indicazioni di tutti i “Ministri” Vaticani, un segno questo che, Bergoglio, in procinto di rivoluzionare il Governo complessivo della Chiesa, non esclude da questa incombenza chi ha ricoperto incarichi e vanta esperienza specifica.

Intanto, sono continui i contatti anche con gli altri Cardinali della Commissione: il Papa ha incontrato in Vaticano i Porporati Pell, Errazuirz Ossa, Maradiaga e Marx.

La revisione del Governo Centrale della Chiesa sarà il passo preliminare anche per un riassetto complessivo degli incarichi di Vertice.

Solo allora si vedrà quale sarà la configurazione definitiva che Bergoglio vorrà dare anche alla Curia.

Intanto, però, mentre le vecchie cariche sono tutte confermate “donec aliter provvideatur”, il Papa sta mettendo mano ad alcuni avvicendamenti.

A Palermo l’Arcivescovo Paolo Romeo ha superato i 75 anni e tra i candidati per la Sede siciliana ci sarebbe il Cardinale Fernando Filoni, attuale Prefetto di Propaganda Fide.

A lasciare il suo attuale incarico sarebbe anche Mons. Giuseppe Sciacca, Segretario del Governatorato della Città del Vaticano.

Ancora non è deciso però se la sua partenza sarà per una diocesi, si parla di Monreale o Macerata, oppure se resterà in Curia con altro incarico, si parla di un ruolo alla Segnatura Apostolica.

A lasciare il Vaticano dovrebbe essere anche Mons. Guido Pozzo, Elemosiniere Pontificio, che potrebbe andare a Vigevano, diocesi attualmente retta come Amministratore Apostolico, dal Cardinale Dionigi Tettamanzi.

Fino a poco fa, in partenza, verso Bologna, era dato anche il Cardinale Mauro Piacenza, Prefetto della Congregazione per il Clero, ma proprio in questi giorni il Papa ha confermato per altri due anni l’attuale Arcivescovo, Cardinale Carlo Caffarra.

Nella fibrillazione di questi giorni in cui si attende da un giorno all’altro il pronunciamento di Bergoglio sui vari avvicendamenti, resta aperta la questione principe che è quella della nomina del nuovo Segretario di Stato.

La decisione è legata alla futura configurazione che verrà data alla Curia ma il Papa sta già valutando dei nomi.

Se rimane in quota quello di Bertello, Membro della Commissione degli otto stretti Collaboratori di Francesco, tra le personalità date per considerate anche il “Capo” della Commissione e amico personale del Papa, l’honduregno e Salesiano, Oscar Rodriguez Maradiaga, a cui però, secondo alcuni, mancherebbe la necessaria esperienza Diplomatica.

Negli ultimi tempi sarebbero in salita poi, le azioni di Monsignor Pietro Parolin, attuale Nunzio in Venezuela ed ex Sottosegretario per i Rapporti con gli Stati.

In questo quadro, di recente, l’attuale Segretario di Stato Vaticano, il Cardinale Tarcisio Bertone, in scadenza ormai da oltre tre anni, ha fatto ufficiosamente sapere di non stare cercando un alloggio alternativo a quello a lui riservato nella Prima Loggia.

Un segnale, quello di Bertone, che si prepara ad accompagnare il Papa nel suo viaggio in Brasile, per dire che la sua partenza non sarebbe imminente.

You must be logged in to post a comment Login