Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Campi calcio: striscione pace Siria

Edizione del: 18 gennaio 2014

Dai campi di calcio italiani arriva un nuovo messaggio di pace per la Siria, a pochi giorni ormai dall’attesa Conferenza di “Ginevra 2”.

Autore del messaggio è il Pontificio Consiglio per la Famiglia che, assieme alla Caritas Italiana – e con l’adesione del Coni e della Lega Calcio di serie A – esporrà negli stadi, durante le partite in programma sabato 18 e domenica 19 gennaio, uno striscione con la scritta “Venti di pace per le famiglie della Siria”.

Nel comunicato col quale annuncia l’iniziativa, il Dicastero Vaticano cita a più riprese il recente discorso di Papa Francesco al Corpo Diplomatico, in particolare il passaggio che invoca una “rinnovata volontà politica comune per porre fine al conflitto”, l’auspicio che la Conferenza “Ginevra 2” segni “l’inizio del desiderato cammino di pacificazione”, la denuncia di una guerra inaccettabile che colpisce “la popolazione civile inerme, soprattutto i bambini” e, di conseguenza, “l’imprescindibile” e “pieno rispetto del diritto umanitario”.

Gli stadi in cui verranno esposti nel fine settimana gli striscioni saranno quelli delle 10 squadre ospitanti, Atalanta, Bologna, Catania, Chievo Verona, Genoa, Juventus, Milan, Sassuolo, Roma, Udinese, mentre “in contemporanea sui maxischermi – precisa il comunicato – sarà trasmesso uno spot di Federico Fazzuoli e Elisa Greco con immagini dei campi profughi libanesi”.

“Il mondo dello sport – termina la nota del Dicastero Vaticano – non dimentica situazioni dolorose che colpiscono, in Siria, come in altre parti del mondo, troppi innocenti: la partita della pace si può vincere insieme, con l’impegno di ognuno”.

Il Pontificio Consiglio per la Famiglia ricorda anche che lo scorso ottobre, in occasione del Pellegrinaggio Mondiale delle Famiglie alla Tomba di Pietro, il Dicastero stesso e Caritas Italiana avevano già lanciato l’iniziativa di solidarietà “Le famiglie del mondo per le famiglie della Siria”, un progetto di durata annuale a sostegno di Caritas Siria, che prevede forniture di aiuti umanitari alle famiglie siriane in difficoltà, specie ai bambini, realizzazione di alloggi temporanei per le famiglie sfollate e un’offerta di assistenza medico-sanitaria a malati, bambini e anziani, per un totale di circa 5.400 famiglie siriane, oltre 20.000 persone.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login