Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti al servizio news offerto gratuitamente dalla redazione di News Cattoliche, in questo modo riceverai un avviso ogni qual volta pubblicheremo una notizia.

Cammini di San Francesco

Edizione del: 28 giugno 2013

Sono molti i territori dell’Italia centrale che testimoniano la vita e la predicazione di San Francesco d’Assisi.

Si tratta di luoghi dal profondo respiro spirituale, dove la bellezza naturalistica si unisce a quella storico-artistica e che nel corso degli anni hanno visto nascere degli itinerari, che li uniscono e collegano.

Un percorso che idealmente si snoda lungo quattrocento chilometri toccando La Verna e Roma, Gubbio, Assisi e Rieti, e che, seguendo l’esperienza del cammino di Santiago de Compostela, può costituire une vero e proprio percorso di fede.

Con l’intento di federare i numerosi itinerari già esistenti legati alla figura di San Francesco e sviluppare nuovi tratti di percorso è stata costituita l’Associazione “I Cammini di Francesco”.

In Provincia di Arezzo, vi aderiscono la diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro, la Camera di Commercio e otto Comuni, Anghiari, Caprese Michelangelo, Chiusi della Verna, Cortona, Monterchi, Pieve Santo Stefano, Sansepolcro e Subbiano.

Vista l’importanza sia dal punto di vista Religioso che per le implicazioni economiche, verrà chiesta la certificazione di “Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa”.

A sottolineare l’importanza in ambito economico del progetto, c’è anche la ricerca realizzata lo scorso anno da Unioncamere-Isnart, che evidenziava come l’interesse per le mete religiose stia crescendo in maniera esponenziale con un trend previsionale di crescita del 25% da parte dei tour operator per le maggiori destinazioni Religiose italiane: si tratta per il nostro Paese di un settore che vale 4,5 miliardi di euro con 40 milioni di Pellegrini in arrivo e più di 20 milioni di pernottamenti.

“I ‘cammini’ – spiega il Presidente della Camera di Commercio della Provincia di Arezzo Giovanni Tricca – possono costituire da un lato un proposta in grado di affermarsi in un mercato turistico sempre più esigente, dall’altro sono in grado di stimolare spirito imprenditoriale e di portare centinaia di migliaia di persone a contatto con territori dove artigianato artistico, produzioni manifatturiere di alto pregio e servizi di elevata qualità, costituiscono un vero e proprio valore aggiunto socio-culturale oltre che economico”.

“Credo che valga la pena valorizzare un percorso sul quale primo Pellegrino s’è già messo Papa Francesco – afferma l’Arcivescovo Riccardo Fontana, Vescovo di Arezzo-Cortona-Sansepolcro -. A casa nostra i luoghi Francescani sono così tanti che ci puoi fare un Rosario”.


Autore: 

Nicola Nuti, 35 anni, diplomato, è Capo Redattore di News Cattoliche. Dal 2008 è curatore del sito della Parrocchia San Francesco di Pisa. Ha collaborato con le testate on line Stamp Toscana e La Terrazza di Michelangelo.

You must be logged in to post a comment Login